Tennistavolo a scuola, a Corato Yusuff Adewale Tijani

Il progetto parte oggi dalla scuola media De Gasperi e, sino a venerdì 17 novembre, coinvolgerà nell'ordine l’Istituto Tecnico Tannoia e la scuola media Imbriani.

tennistavolo a scuola
Tennistavolo a scuola. A Corato Yusuff Adewale Tijani

Il tennistavolo approda a scuola. È sicuramente una delle discipline sportive più giocate dai ragazzi che, seppur in maniera non agonistica, hanno provato ad inforcare una racchetta di tennistavolo.

A Corato quest’attività sportiva è da oltre 40 anni affidata alla società del A.S.D. Tennistavolo Corato che, fra alti e bassi, quest’anno presenterà ai nastri di partenza cinque formazioni che militeranno nei campionati di serie C2, D1 e D2.

Una società che pensa al futuro e che vuole creare un vivaio in grado di far continuare, anche nei prossimi anni, la vita di questa gloriosa società che negli anni ’80 ha anche militato nella terza serie nazionale.

Per perseguire questo scopo, il Tennistavolo Corato ha pensato di creare l’interesse fra i ragazzi attraverso un progetto che, a partire da oggi, porta i tavoli verdi all’interno di tre istituti scolastici coratini.

Per dare maggiore importanza a questo primo progetto, i dirigenti coratini sono riusciti a portare a Corato uno tra i migliori atleti del continente africano, il nigeriano Yusuff Adewale Tijani, negli anni scorsi in A1 in Portogallo, poi a Matera e quest’anno in Svizzera, a Zurigo, nella serie A/2.

«Le tre scuole in cui introduciamo questa iniziativa – spiega Corradino Samarelli, responsabile organizzativo del TT Corato – sono la scuola media De Gasperi (si parte oggi), l’Istituto Tecnico Tannoia (il 16 novembre) e la scuola media Imbriani (il 17 novembre).

Questi incontri con le comunità scolastiche sono finalizzati ad avvicinare i ragazzi alla competizione sportiva e al mondo del tennistavolo, cercando di far imparare a conoscere i segreti e i valori di uno sport spesso etichettato come “minore”.

Siamo inoltre convinti che la presenza di un giocatore dal valore mondiale come il nigeriano Tijani, possa aumentare la curiosità e la voglia di intraprendere un’attività sportiva fra le più complete che esistono in cui la combinazione sport e gioco riesce a coinvolgere la personalità e lo sviluppo della socializzazione, concentrazione e postura del corpo».

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami