Successo del Gruppo Casillo al Villaggio Coldiretti

Incontri, showcooking, esposizioni alla scoperta della ricchezza e della varietà dell'agricoltura italiana

Con Casillo una filiera del grano duro 100% italiano
Con Casillo una filiera del grano duro 100% italiano

Il Gruppo Casillo, da sempre impegnato nella valorizzazione delle eccellenze locali, è stato ed è a fianco di Coldiretti per promuovere le storie di una realtà resa viva dalla passione e dall’amore di chi sta quotidianamente a contatto con la terra.

L’azienda di Corato è stata protagonista di un percorso che ha consentito al pubblico di esplorare temi legati al grano, alle semole, alla qualità e a una produzione dove le parole chiave sono innovazione e sostenibilità. In particolare, con il progetto di filiera regionale controllata e certificata Prime Terre presente al Villaggio Coldiretti, il Gruppo Casillo garantisce la genuinità e l’origine dei grani macinati: farine e semole 100% locali ottenute dalla macinazione di grano 100% del territorio.

Allo stand Casillo il pubblico ha potuto gustare pizze e focacce realizzate con le farine locali, in particolare, quelle pugliesi. Un weekend, questo ultimo trascorso a Napoli, all’insegna del Villaggio Coldiretti.

Dopo i grandi risultati della prima tappa di Milano lo scorso settembre, il capoluogo partenopeo ha replicato il successo con una tre giorni che ha animato il Lungomare Caracciolo ed ha accompagnato il pubblico alla scoperta della bellezza della tradizione contadina italiana.

Un road show dell’eccellenza, un palcoscenico dove la sola protagonista è stata l’agricoltura, il territorio e il valore unico del Made in Italy. Un momento di scambio che ha avvicinato il produttore al consumatore grazie alla possibilità di acquistare i prodotti, gustarli e ascoltare testimonianze.

Durante il convegno “Le farine degli angeli: la filiera della pizza 100% italiana” che ha visto la partecipazione di Domenico Mazzilli, Amministratore Delegato di Selezione Casillo, Alfonso Pecorario Scanio, già Ministro delle Politiche Agricole e dell’Ambiente, Presidente Comitato Scientifico Campagna Amica, alla quale fa capo una rete di 20mila imprese agricole, Teresa Iorio campionessa “Pizza Village”, Maria D’Ambrosio Assessore al verde e alla qualità della vita del Comune di Napoli e il Professore Giovanni De Gaetano di Neuromed, Istituto Neurologico Mediterraneo si sono toccati temi importanti quali la difesa del Made in Italy, la regionalità, la sostenibilità, la filiera corta e la pizza come arte ed espressione della nostra italianità nel mondo.

«Il Gruppo Casillo vuole valorizzare le origini e la materia prima del territorio e lo fa attraverso le filiere regionali, questo ci consente di evidenziare la biodiversità del luogo, che rappresenta un elemento distintivo soprattutto quando ci rivolgiamo ai mercati esteri – ha affermato Domenico Mazzilli – senza dimenticare che le specificità locali sono centrali nell’economia nazionale».

Un racconto che ha coinvolto tutti i protagonisti della filiera del prodotto di eccellenza e che ha mostrato punti di vista ed esperienze diverse che sono confluite tutte nella volontà di “contaminare” sempre più il paese e i mercati esteri di italianità.

La prossima tappa del Villaggio Coldiretti sarà a Roma dove si continuerà a informare, divertire e coinvolgere il pubblico. Coldiretti e il Gruppo Casillo invitano a partecipare a tutela del valore della tradizione contadina, un modo prezioso per celebrare l’agroalimentare a sostegno e a favore di un settore che vuole continuare ad avere un ruolo centrale nell’economia globale del paese.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami