L’attore di origini coratine Donato Cannillo a “I Soliti Ignoti” su Rai 1

donato cannillo2L’attore Donato Cannillo, nato a Torino ma di origini coratine, non è nuova alle nostre pagine. Ogni estate torna puntuale a Corato, dov’è nato il padre Vincenzo e dove Donato ha tanti amici.

Stasera Donato sarà ospite al programma Soliti ignoti – Il ritorno, condotto da Amadeus, in onda su RAI Uno alle 20,30.

Il lungo curriculum di Donato Cannillo pullula di nomi noti e collaborazioni importanti ed è stato narrato a più riprese sulle pagine del nostro cartaceo e sul sito.

Tra le sue partecipazioni di maggior rilievo si ricordano quelle in numerose fiction Mediaset e RAI di grande successo, quali, giusto per fare qualche esempio: “Don Gnocchi- L’angelo dei bimbi”, “Elisa di Rivombrosa- Parte Seconda”, “Così fan tutte 2” di Gianluca Fumagalli, “Il nostro amico Walter” di Enzo Monteleone (dedicato alla vita di Walter Chiari), “Il campione e il bandito” nel quale è stato coprotagonista al fianco di Beppe Fiorello, “Mia madre” di Ricky Tognazzi e Simona Izzo, “Altri Tempi” di Marco Turco, “Un Natale a Quattro Zampe” di Paolo Costella, “Una Ferrari per due” di Fabrizio Costa, nonché nelle soap opera nostrane “Vivere” e “Centovetrine”.

Per ben due volte, inoltre, Donato ha preso parte in qualità di Giurato al Festival di Sanremo.

Da non trascurare nemmeno la sua presenza al cinema in diversi film finalisti ai vari festival: “La solitudine dei numeri primi” di Saverio Costanzo, “Noi credevamo” di Mario Martone, “Dracula 3D” di Dario Argento, “Workers – pronti a tutto” di Lorenzo Vignolo, “Anche se è amore non si vede” di Ficarra e Picone, “Tutta colpa della musica” di Riki Tognazzi.

Una carriera in ascesa. Sentiremo ancora parlare di lui. Ovviamente da protagonista, sul set di qualche spettacolo.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami