La rabbia dei pendolari: «nei pullman come sardine. Eppure paghiamo regolarmente»

Dopo la tragedia del 12 luglio, con la momentanea chiusura della tratta ferroviaria che porta da Corato ad Andria, il trasporto dei pendolari è stato affidato a degli autobus. Certo non è come viaggiare sui treni, ma sino all’inizio dell’anno scolastico, anche il viaggio in pullman era piuttosto confortevole.

Con l’inizio delle lezioni, però, il carico di pendolari è decisamente aumentato: centinaia di ragazzi, ogni giorno, percorrono la strada Andria – Corato per andare a scuola;  a loro si aggiungono i lavoratori e tutti coloro che per vari motivi necessitano di raggiungere una delle due città.

I mezzi sostitutivi dei treni non sempre riescono a rispondere al grande numero di viaggiatori: o ti stringi o rimani a piedi. E non sono isolati i casi di chi non è riuscito ad entrare negli autobus perchè troppo pieni o non sono rari i casi in cui i pullman non rispettano le fermate in quanto già al completo.

Da alcuni giorni arrivano segnalazioni alla nostra casella di posta elettronica. Ieri mattina ci sono state delle piccole tensioni, con i viaggiatori intenzionati a chiamare le forze dell’ordine per vedersi garantito il diritto a viaggiare in sicurezza e comodità.

«Essendo stata interrotta la tratta Ruvo -Corato, sono partiti 9 pullman per Ruvo e abbiamo aspettato mezz’ora per uno che ci portasse ad Andria. C’era solo un dipendente con gli orari in mano che ne sapeva meno di noi! Ok, magari è solo il primo giorno… Qualcuno ha anche provato a chiamare i carabinieri! È un’indecenza! Un servizio sostitutivo che potrebbe essere organizzato molto meglio. Con la ferrotranviaria non si può comunicare» protesta una pendolare.

Nei giorni scorsi alcuni genitori, invece, esprimevano disappunto per le condizioni in cui i loro figli viaggiano: «Sono stretti come sardine, quando riescono a prendere il mezzo. Eppure paghiamo regolarmente il prezzo del biglietto e dell’abbonamento!»

 

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments