La Nuova Matteotti Corato femminile battuta dallo Stabia

Le coratine si arrendono 54-38

nuova matteotti corato femminile

Sconfitta esterna la Nuova Matteotti Corato femminile. Lo Stabia si impone 54-38 al termine di un match equilibrato nei primi 2 quarti ma decisosi nel terzo parziale, in cui le ragazze, sfortunate al tiro, hanno ceduto siglando 2 soli punti, subendone 17. La rimonta negli ultimi minuti non è bastata ad evitare un nuovo ko esterno.

Coach De Nicolo recupera Uniti e Annoscia rispetto alla partita contro Salerno ma lancia in avvio Mangione, Gatta, De Nicolo, Ferraretti e Amorese. Coach Pischedda risponde con Monda, Potolicchio, Seka, Scala e Germano.

È proprio la Germano ad aprire la gara dando i primi due punti alle locali. Dopo 3 minuti il canestro della Mangione sblocca le coratine, fino ad allora a secco. La partita poi si mantiene in equilibrio nei primi minuti. Si segna poco ma le coratine sono ben entrate nel match e tengono testa alle stabiesi. È della Monda la prima tripla della gara (9-6), che assieme a 4 punti consecutivi della Seka, danno il primo break alla gara che costringe il coach coratino a chiamare time out sul 13-6. Corato prova a tornare sotto ma è un po’ imprecisa nelle conclusioni e le locali chiudono avanti il primo quarto 17-8.

Secondo periodo che si apre con le coratine che tentano la rimonta per rientrare nel punteggio. Lenzu e Pisicchio suonano la carica e con un parziale di 4-0 riportano sotto le coratine. Stabia non ci sta però e la coppia Dione-Potolicchio sigla 6 punti consecutivi che portano Castellamare avanti di 10 lunghezze (24-13). Corato lotta e non si arrende costringendo al 16 coach Pischedda a a chiamare timeout sul 24-16. La Matteotti gioca bene e tiene testa alle avversarie. Ne esce cosi un match godibile che, nonostante i pochi punti realizzati, si fa apprezzare per dinamismo e intensità agonistica. Le ospiti però al 20′ nonostante una buona prova sono sotto 29-21.

Cosi come nel primo quarto sono le locali a partire fortissimo appena tornati dopo l’intervallo lungo. È di nuovo della Germano il primo canestro ed ancora una volta Corato non trova la via del canestro per oltre 5 minuti, anche a causa di un po’ di sfortuna. Viceversa le ragazze di Pischedda volano e con la Seka protagonista confezionano il 9-0 che significa 38-21 al 25′. È la Pisicchio, con due tiri liberi, a sbloccare quota 21 ma le campane sono molto più fisiche e alte ed hanno la meglio nei rimbalzi offensivi e difensivi garantendosi numerosi extrapossessi. Le coratine non riescono a contrastarle e la partita lentamente si indirizza in favore delle locali, con la Dione a far la voce grossa sotto le plance. È proprio un suo canestro in contropiede che permette alle locali al 28′ di doppiare nel punteggio le avversarie (46-23). Con questo parziale e nessun canestro su azione delle baresi si chiude la terza frazione di gioco.

Ultimo quarto che vede le locali controllare agevolmente un match che non ha più molto da dire. La Matteotti ha un sussulto d’orgoglio proprio nei minuti finali quando, sotto 52-27, trova un parziale di 11-2 che certifica la vittoria stabiese 54-38.

BASKET STABIA – NUOVA MATTEOTTI CORATO: 54 – 38

BASKET STABIA: Monda 5, Potolicchio 9, Seka 9, Scala 2, Germano 6, Dione 15, Cannavale 4, Inverno, De Rosa, Somma, Paduano 2, Russo 2. All. Pischedda.

NUOVA MATTEOTTI CORATO: Mangione 11, Rinaldi, Uniti, Lenzu 2, Pisicchio 7, Annoscia, De Nicolo 3, Ferraretti 4, Caccavo 1, Gatta 2, Amorese 4, Maggiulli 4. All. De Nicolo.

ARBITRI: Picardo di Baronissi (SA) e Procida di San Cipriano Picentino (SA).

PARZIALI: 17-8, 29-21, 46-23, 54-38

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami