“Dritti a scuola”, presentati i risultati della prima edizione

DRITTI A SCUOLA

È giunta al termine la prima edizione di “Dritti a scuola”, il progetto per il monitoraggio della postura degli studenti, finalizzato al controllo ed alla prevenzione dei danni derivanti dall’utilizzo dei carichi eccessivi, promosso ed organizzato dall’associazione Salute e Sicurezza – onlus nata nel 2008 per operare nell’ambito della prevenzione – sostenuto da Comune di Corato, Regione Puglia, Gal “Le Città di Castel del Monte”, Cuore della Puglia, Associazione Italiana Chiropratici ed interamente finanziato dall’azienda Forza Vitale – laboratorio fitoterapico specializzato nella produzione di integratori alimentari.

205 alunni degli istituti comprensivi Tattoli-De Gasperi, Imbriani-Piccarreta e Barristi-Giovanni XXIII sono stati visitati dalla chiropratica dott.ssa Marianna Cannillo che, a titolo del tutto gratuito, ha dapprima provveduto all’osservazione statica dei singoli studenti in età evolutiva, per poi procedere con l’esame baropodometrico, un test che permette di valutare la qualità dell’appoggio a terra dei piedi.

I ragazzi dell'istituto comprensivo Tattoli-De Gasperi
Istituto comprensivo Tattoli-De Gasperi

«Da visite e questionari sottoposti ai ragazzi, è emerso che quasi la metà di loro pratica un’attività sportiva – ha dichiarato la dott.ssa Cannillo – Sei ragazzi hanno presentato la scoliosi, già precedentemente diagnosticata, ad 88 non è stata riscontrata alcuna problematica, mentre 82 hanno presentato posture scorrette, causa di dolori e, in 29 casi, è stato registrato un problema di appoggio del piede». Dati, questi emersi dal monitoraggio degli studenti frequentanti le classi prime delle scuole medie coratine, in assoluta tendenza con quelli nazionali ed internazionali.

Istituto comprensivo Imbriani-Piccarreta
Istituto comprensivo Imbriani-Piccarreta

La dott.ssa Cannillo ha inoltre dispensato alcuni consigli utili a prevenire l’insorgenza di patologie derivanti dall’utilizzo di carichi eccessivi: regolare tutte le mattine le bretelle dello zaino, in modo che siano uguali ed il peso non incida maggiormente su un lato; non portare mai lo zaino su una sola spalla né correre con lo zaino sulle spalle; il contenuto dello zaino non deve superare il 10-15% del peso dei ragazzi; controllare giornalmente il contenuto dello zaino ed eliminare quanto non occorre nella giornata scolastica e, infine, un consiglio rivolto alle scuole, quello di dotarsi di armadietti in modo che gli studenti possano lasciare a scuola gran parte del materiale didattico.

«Dopo Cuorrere Insieme, Pianeta Donna, Onde del Cuore, Occhio alla Pelle, Calcio alle Ossa ed in concomitanza con il Progetto Media, è nato il progetto “Dritti a Scuola”, in linea con l’obiettivo dell’associazione, volto a diffondere la cultura della prevenzione – ha affermato Rosa Avella di Salute e Sicurezza – Riproporremo il progetto anche nel prossimo anno scolastico, sempre in collaborazione con importanti sponsor come Forza Vitale».

Istituto comprensivo Battisti-Giovanni XXIII
Istituto comprensivo Battisti-Giovanni XXIII

«Abbiamo finanziato “Dritti a scuola” perché crediamo fortemente nei concetti di prevenzione e ricerca – ha asserito il dott. Vito Cannillo, amministratore di Forza Vitale – Abbiamo in cantiere altri progetti con i quali cercheremo di coinvolgere, nel prossimo anno scolastico, un maggior numero di studenti, a partire da quelli delle scuole elementari».

Il laboratorio fitoterapico Forza Vitale ha anche chiesto ai ragazzi aderenti al progetto, di realizzare un video sugli insegnamenti recepiti con la partecipazione a “Dritti a scuola” ed ha premiato loro con un bonus scientifico per accedere ad un telescopio virtuale, ideato e realizzato da due ricercatori italiani, in linea con gli obiettivi di uno dei nuovi progetti pensati da Forza Vitale per il prossimo anno scolastico: la “Settimana della Scienza”, un programma di eventi destinato agli studenti di tutte le scuole coratine di ogni ordine e grado, basato sul modello americano di promozione della cultura e delle facoltà universitarie scientifiche.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami