Corato accoglie gli universitari di Perugia

Gli studenti del corso di Tecniche di Radiologia dell’Università di Perugia in visita alla ITEL.

studenti di perugia a corato
Studenti dell'Università di perugia in visita alla Itel.

Nel tardo pomeriggio di giovedì 4 maggio la città di Corato ha accolto l’arrivo di circa quaranta studenti universitari del secondo e del terzo anno del corso di laurea in Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia dell’Università di Perugia.

Gli studenti sono giunti nella nostra città per aver aderito ad un progetto formativo, interamente finanziato dall’università di Perugia. Hanno alloggiato proprio nella nostra città che hanno avuto modo di visitare esplorando le vie del centro cittadino, ma la loro meta principale è stata una delle aziende che rappresentano l’eccellenza del nostro territorio.

Venerdì mattina, infatti, i giovani universitari perugini hanno raggiunto Ruvo di Puglia dove hanno visitato le strutture dell’azienda ITEL Telecomunicazioni, impresa leader nella risoluzione di tutte le problematiche legate alla progettazione e installazione delle apparecchiature di risonanza magnetica e di diagnostica per immagini. Accompagnati dal prof. Giovanni Gobbi e da Massimo Guasticchi, coordinatore delle attività didattiche, i ragazzi hanno avuto l’opportunità di toccare con mano la realtà di un’azienda all’avanguardia che opera nel campo d’interesse dei loro studi. Formazione in azienda: questo l’obbiettivo del progetto universitario che gli studenti hanno accolto con entusiasmo e hanno voluto perseguire e del quale si dicono soddisfatti.

Dopo l’incontro formativo in azienda, gli universitari hanno avuto modo di sostare ancora un po’ a Corato e di visitare il territorio limitrofo per godere delle bellezze che la zona ha da offrire. Gli studenti perugini hanno infatti notevolmente apprezzato la nostra città così come sono rimasti particolarmente colpiti dagli scorci storici di Trani, tappa del venerdì pomeriggio.

I quaranta ragazzi si sono lasciati affascinare dall’architettura romanica, dalle viuzze del centro storico ma anche dalle vaste estensioni di quello che è il simbolo della nostra terra: gli ulivi, che regnano silenziosi e imponenti con i loro  vorticosi tronchi secolari e le foglioline argentee accarezzate dal sole.

Tappa breve ma intensa e colma di suggestioni date dal territorio e dell’emozione dell’esperienza formativa vissuta in una delle più prestigiose realtà aziendali del territorio, per poi ripartire già nella tarda serata di ieri alla volta di Perugia.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami