Corato-Molfetta Calcio 1-0: tanto tuonò che piovve

La vittoria neroverde apre le possibilità dei play-off

Corato-Molfetta, ha vinto lo spirito di gruppo
È Baba Diagnè il nuovo Zeus (Giove), Dio della pioggia e della Provvidenza per il Corato. Questa volta però, si può dire che il detto si sia verificato al contrario: “tanto ha piovuto ed alla fine ha tuonato“!
Da ieri la squadra neroverde è ufficialmente candidata alle elezioni per un posto Play-off, dopo la partita col Molfetta. Ha vinto la coesione del Gruppo, che incarna il motto del suo guru spirituale Vito Castelletti: “Tutti per uno, uno per tutti!”.
Nessuno che mugugna e tutti pronti quando sono chiamati in causa. Un gruppo che contro il Molfetta ci ha creduto fino alla fine, omaggiando nel migliore dei modi il Presidente Maldera, raggiante per l’occasione come mai prima ed avendomi in settimana già confidato: «A Bitonto mi sono commosso, mai prima avevo visto un gruppo cosi cementato, che si incoraggiava, si abbracciava».
Corato-Molfetta, il rigore sbagliato
Corato-Molfetta, il rigore sbagliato

E cosi è stato anche ieri, nonostante il 2° rigore sbagliato, questa volta da Negro. Il gruppo non si è scomposto, ha combattuto pallone su pallone, in un pantano al limite della giocabilità. Tanta corsa e all’occorrenza salti come rane hanno portato alla vittoria contro una signora squadra, che nella 2^ parte di gara si è rintanata nella sua metà campo, o meglio costretta a difendersi.

Poteva essere l’ennesima partita stregata, che doveva finire senza né  vincitori né vinti, ad allungare si la serie di 9 giornate senza sconfitte, ma anche a ricordare la parola più ricorrente del campionato: rimpianti!
Ma questa volta, i nostri eroi sono stati più forti della pioggia, dei rigori sbagliati, dei pali, dimostrandosi una squadra di rendimento e… passatemi il termine, con le palle!
Ed ora viene il bello! Il sogno non è più un miraggio, ma un gruppo cosi di carattere, non può lasciarsi prendere dall’appagamento. Continuiamo a crederci, perché la tempesta, pardon la pioggia è alle spalle e dopo di essa, si sa, torna la quiete, ed anche il sole.
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments