“Come maritare una figlia”: commedia degli equivoci in scena al Teatro Comunale

ARCAUna figlia da maritare. Un padre avaro. Una madre disperata. Serve che “non servono”. Equivoci, intrecci, segreti. Un matrimonio che non s’ha da fare. Questi sono solo alcuni degli ingredienti che si celano dietro il sipario di velluto rosso del teatro comunale, nello spettacolo “Come maritare una figlia”, messo in scena dal gruppo teatrale A.R.C.A. nelle serate di sabato 18 e domenica 19 febbraio.

L’A.R.C.A. (Associazione Ricreativa Culturale e Artistica), fin dagli anni ’80, promuove nella città di Corato eventi culturali brillanti e di gran successo. E non delude neanche in quest’occasione: una lunga serie di inaspettate sorprese coinvolge infatti gli spettatori fino all’ultimo, nell’adattamento dalla commedia in due atti di Ettore Imparato“Altri Maneggi” (omaggio a Gilberto Govi), ad opera di Lia Maino e Grazia Mangione.

Siamo negli anni ’30, in un paesino di provincia. Stefano, padre taccagno, non intende concedere sua figlia in sposa per non dover sborsare danaro necessario per la dote. Gli si contrappone Giggia, madre della sposa, testarda e ricca di risorse, che invece intende maritare la giovane. Tra domestiche invadenti, preti-fantasma e continui imprevisti, la commedia raccoglie risate e applausi a scena aperta, da un pubblico eterogeneo che affolla il teatro comunale in entrambe le serate. Ma il matrimonio s’ha da fare o non s’ha da fare? Permane il dubbio fino all’ultimo,tra i protagonisti stessi della commedia e tra la gente che si gode la gustosa e serrata scena comica. Eppure, va detto, “tutto è bene quel che finisce bene”.

E così, nella commedia si celebra la vita, l’amore, l’unione, la follia, quella consueta follia che alberga, in fondo, in tutte le famiglie del mondo. Perché è nella loro stranezza che si cela la meraviglia, nelle piccole imperfezioni la più pura delle bellezze.

“Ogni famiglia ha un segreto, e il segreto è che non è come le altre famiglie.”
(Alan Bennett, scrittore e drammaturgo britannico)

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments