Ballottaggio Corato, Lenoci: «Nessuna indicazione di voto ai nostri elettori»

«Non proporremo, e nemmeno accetteremo per il turno di ballottaggio, eventuali proposte di apparentamenti ufficiali o ufficiosi con i due candidati sindaci che si confronteranno»

Ballottaggio Corato, Lenoci: «Nessuna indicazione di voto ai nostri elettori»
Ballottaggio Corato, Lenoci: «Nessuna indicazione di voto ai nostri elettori»

«Siamo quasi alla fine di questa estenuante, quanto anomala, campagna elettorale. Certo non è stata una passeggiata, non è stato facile comunicare ai nostri concittadini la nostra missione, la nostra volontà di voltare pagina, di cambiare, dopo gli inganni e le promesse, ricevute da altri per anni e sistematicamente disattese». Apre così il suo comunicato post elezioni, il candidato sindaco Emanuele Lenoci che, a nove giorni dal ballotaggio che assegnerà il ruolo di sindaco a Pasquale D’Introno o a Claudio Amorese, aggiunge: «Non è stato semplice tentare di riportare credibilità nella Politica, quella con la “P” maiuscola, dopo che il livello e la qualità della stessa, negli ultimi lustri, era scesa fino a toccare i minimi storici.

Abbiamo deciso comunque di raccogliere e fare nostra la richiesta di cambiamento che proveniva da più parti, e che mi ha convinto a candidarmi, creando una squadra favolosa, sana, ancorata ai valori che altri in passato hanno sapientemente quasi cancellato nella società coratina, per dar spazio alla “clientela spicciola”, agli “interessi personali”, con un occhio a quelli comuni, ma non più di tanto, magari realizzando prioritariamente quello che dava più visibilità, e non quanto serviva di più alla comunità.

Abbiamo rivolto il nostro messaggio programmatico a tutti, anche e con particolare attenzione ai ceti meno abbienti, alle periferie, trascurate e abbandonate, dove siamo stati accolti con grande affetto.

Ma evidentemente il nostro sano, vero, e genuino messaggio di cambiamento, dai più non è stato recepito, ripristinando di fatto uno scenario che vedrà probabilmente ancora la nostra amata Corato governata da chi, certamente, non rappresenta alcuna svolta, alcun cambiamento, nessuna discontinuità rispetto al passato.

Comunque ringrazio in primis mia moglie e mia figlia che hanno condiviso con pazienza e sacrificio un percorso lungo, ringrazio la mia famiglia che mi ha sostenuto insieme agli amici, e tutti i coratini che hanno creduto in me, in noi, e nella nostra proposta, e ringrazio fervidamente le cinque liste, con i loro 104 Candidati, che mi hanno accompagnato in questa competizione elettorale, quindi Altra Corato, Indipendenza Civica, Nuove Strade per Corato, Orgoglio per Corato, e Rinnovamento Corato.

Non proporremo, e nemmeno accetteremo per il turno di ballottaggio, eventuali proposte di apparentamenti ufficiali o ufficiosi con i due candidati sindaci che si confronteranno.  Ai nostri elettori non diamo indicazioni su chi votare o non votare domenica 9 Giugno, ma lasciamo piena libertà di scelta, e promettiamo solo una presenza assidua, attenta, costruttiva, propositiva in seno al prossimo Consiglio Comunale, scevra da consociativismi, inciuci, e quant’altro non ci appartiene, e non ci apparterrà mai.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami