Volontari in piazza per insegnare le manovre salvavita

In occasione dell’acquisto dei nuovi mezzi di soccorso, la confraternita Misericordia Corato organizza domenica 21 ottobre, in piazza Cesare Battisti, una giornata di sensibilizzazione contro l'arresto cardiaco, in ricorrenza della campagna Viva 2018

Volontari in piazza per insegnare manovre salvavita
Volontari in piazza per insegnare manovre salvavita

In occasione dell’acquisto dei nuovi mezzi di soccorso, la confraternita Misericordia Corato, in collaborazione con il Centro di formazione IRC “Gifes”, e con il patrocinio del Comune di Corato, organizza domenica 21 ottobre, in piazza Cesare Battisti, una giornata di sensibilizzazione contro l’arresto cardiaco, in ricorrenza della campagna Viva 2018.

I volontari saranno in piazza per insegnare semplici manovre che possono salvare una vita umana. È questo lo scopo dell’iniziativa “Viva! Il Mese di Ottobre per la Rianimazione Cardiopolmonare”, che prevede il coinvolgimento, oltre che degli esperti, anche dei cittadini di ogni età.

Lo scopo è duplice: migliorare la conoscenza e la formazione dei cittadini, ma anche far crescere tra gli operatori sanitari la consapevolezza dell’importanza delle manovre di Rianimazione Cardiopolmonare.

Ognuno di noi, del resto, può acquisire gli strumenti e le nozioni di base da utilizzare quando ci si trova di fronte ad un arresto cardiaco, che è il più importante problema sanitario in Europa: ne vengono colpite ogni anno circa 400mila persone, 60mila solo in Italia.

Se i testimoni di un arresto cardiaco iniziano la rianimazione cardiopolmonare (RCP) prima dell’arrivo dell’ambulanza, le possibilità di sopravvivenza della vittima aumentano di due o tre volte rispetto ai casi in cui la RCP non viene iniziata.

Nel 70% dei casi l’arresto cardiaco è testimoniato da qualcuno che può iniziare la rianimazione. Tuttavia, in Europa la RCP viene avviata dai testimoni dell’arresto cardiaco soltanto nel 15% dei casi.

Far crescere in modo sensibile questa percentuale è l’obiettivo principale della campagna di sensibilizzazione, poiché se si riuscisse a far salire la percentuale sino al 50-60% dei casi, si potrebbero salvare circa 100mila persone all’anno in tutta Europa.

Domenica 21 ottobre, dopo il raduno in piazza Cesare Battisti, la celebrazione della Santa Messa (ore 9.30) e la benedizione delle nuove ambulanze (ore 10.30), a partire dalle ore 18.00 saranno illustrate ai cittadini le manovre di rianimazione cardiopolmonare accompagnate da proiezioni di immagini e filmati illustrativi e fiabe multimediali per bambini, seguiti da esercitazioni pratiche con istruttori IRC.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami