Un omaggio a tutti i nati sotto il segno dell’ariete

La Piazza dei Miracoli di Pisa è disposta come la costellazione dell'ariete

Un omaggio a tutti i nati sotto il segno dell'ariete
Un omaggio a tutti i nati sotto il segno dell'ariete

a cura di Franco Leone

Siamo entrati da pochi giorni nel segno dell’Ariete, per cui questa pagina intende rendere omaggio ai nati sotto questo segno con un prodigio d’arte della città di Pisa che rimanda alla costellazione zodiacale che inaugura la dolce stagione.

Un particolarità che rende infatti unica la Piazza dei Miracoli di Pisa è data dal fatto che essa è stata costruita in base a un ‘modello astronomico’: il Duomo, il Battistero e la Torre pendente sono posizionati secondo la disposizione delle stelle della costellazione dell’Ariete. Tale costellazione rappresenta la nascita e l’inizio della vita poiché coincide con l’avvento della Primavera, tempo in cui cade la Pasqua. In questo senso è anche da ricordare che a Pisa, fino al 1749, l’anno iniziava il 25 marzo, cioè 9 mesi prima del 25 dicembre nell’attuale calendario gregoriano. Il 25 marzo cadeva proprio nel mese dell’Ariete.

Una nota particolare: la stella più luminosa dell’Ariete, nota anche come Alpha Arietis, corrisponde al Battistero che fra i tre monumenti è quello con la cupola dal diametro maggiore. La cupola del Duomo e la circonferenza della Torre hanno infatti un diametro più piccolo e corrispondono alle stelle Beta Arietis, detta anche Sheratan e Gamma Arietis, nota anche con il nome di Mesarthim.
Un’ulteriore conferma a questa teoria astronomica giunge dal bassorilievo di un ariete presente sul basamento della Torre pendente.

Una sovrapposizione tra cielo e terra che rende il complesso monumentale pisano ancor più affascinante e certamente anche per questo unico al mondo.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami