Un coratino ai vertici dell’Arma dei carabinieri all’ombra della Madonnina

di Giampaolo Balsamo

Dallo scorso 3 agosto, infatti, il colonnello Canio Giuseppe La Gala, 48 anni, originario di Corato come la sua famiglia, è il nuovo comandante provinciale dei carabinieri del capoluogo lombardo.

«Sono consapevole che qui, a Milano, sarà pesante il carico di responsabilità ma sono anche certo ed entusiasta di lavorare con una bellissima squadra e in una città così importante dove c’è grande collaborazione e intesa con le altre forze di polizia». Questo il commento “a caldo” del colonnello La Gala, raccolto telefonicamente a qualche ora dall’assegnazione del suo nuovo incarico di Comandante Provinciale dei Carabinieri del capoluogo lombardo.

«Il carabiniere deve essere in sintonia con il territorio e la gente con cui interagisce – ha spiegato l’ufficiale coratino -. Il gioco di squadra è decisivo per affrontare e superare le sfide che si profilano. Così si può migliorare. L’obiettivo sarà quello di costituire un punto di riferimento sicuro per i cittadini che sempre più chiedono sicurezza. La nostra missione è la dedizione ai cittadini. Spero di riuscire a dimostrare anche qui che queste non sono parole ma fatti concreti».

«Expo è la priorità immediata, non agendo da solisti ma in collaborazione con le altre forze dell’ordine, coordinati dal Prefetto. Dobbiamo continuare quanto fatto finora per valorizzare la nostra funzione di rassicurazione sociale che da oltre 200 anni l’Arma svolge». Il colonnello di Corato, coniugato con tre figli, ha voluto richiamare i valori di «umanità e di vicinanza alle esigenze dei cittadini» e ha sottolineato l’importanza della «capillarità sul territorio per garantire la difesa».

«Sì, è vero, il nostro ruolo fondamentale – ha ribadito l’alto ufficiale che ha sempre palesato di portare la Puglia e Corato ne  cuore – è quello della rassicurazione sociale. Caratteristica principale dei carabinieri è la capillarità sul territorio, attraverso la quale vogliamo garantire una presenza ravvicinata dello Stato al cittadino».

A Milano, in pieno clima Expo dunque, La Gala si è presentato con un curriculum di altissimo livello ed è subentrato a al generale Maurizio Stefanizzi che, invece, è stato destinato a Roma a capo del quinto reparto del Comando Generale, dove si occuperà di relazioni esterne e comunicazione istituzionale.

Prima di approdare in terra lombarda, il colonnello Canio Giuseppe La Gala dal dicembre 2013 al luglio 2015 ha ricoperto presso il Comando Generale di Roma dapprima l’incarico di Capo Ufficio Ordinamento e poi, dal settembre 2014, quello di Capo Ufficio del Capo di Stato Maggiore dell’Arma dei Carabinieri.

«Sono sicuro – ha concluso il neo Comandante Provinciale dei carabinieri di Milano – che anche qui troverò persone con grande senso civico e voglia di collaborare con le Istituzioni».

«Corato? Prima o poi scenderò nella mia città per ritrovare e salutare familiari ed amici ma adesso il dovere mi chiama».

Buon lavoro colonnello.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami