Corato, domani il trofeo Festalfa: ecco le vie chiuse al traffico

Il trofeo Festalfa per ciclisti dai 6 ai 12 anni giunge alla 5^ edizione nel centro di Corato.

La locandina del 5° trofeo Festalfa
La locandina del 5° trofeo Festalfa

Torna la meraviglia e l’adrenalina delle due ruote in pieno centro cittadino con l’ormai classico appuntamento del trofeo Festalfa, gara per giovanissimi (dai 6 ai 12 anni) abbinata al programma del Festalfa Meeting della parrocchia San Domenico, giunto quest’anno alla trentesima edizione (il cui tema è questa volta “Una Buona Idea”). Quest’anno il comitato interprovinciale Bari-Bat-Foggia ha allestito un circuito di prove per tutta l’estate, di cui quello coratino, organizzato dal team Eurobike, rappresenta l’appuntamento finale. Ha spiegato Beniamino Marcone nella conferenza stampa di apertura della kermesse: «L’ appuntamento con il Trofeo Festalfa si rifà al motore su cui si fondano le comunità parrocchiali: i giovanissimi. È da loro che ogni volta ci piace ripartire».

Il challenge per giovanissimi BARI-BAT-FOGGIA di cui ilo trofeo Festalfa è l'appuntamento finale
Il challenge per giovanissimi BARI-BAT-FOGGIA di cui ilo trofeo Festalfa è l’appuntamento finale

Occasione per riportare l’emozione di una corsa in bicicletta nel cuore del centro cittadino, il 5° trofeo Festalfa è fortemente voluto da Mimmo Del Vecchio, ciclista coratino e vice presidente del comitato provinciale della FCI, che ne guida l’organizzazione sin dalla prima edizione. Tecnicamente si tratta di una prova su circuito stradale di metri 680 (l’ormai classico: Piazza Vittorio Emanuele, via Aldo Moro, via San Felice, via San Domenico), da ripetersi più volte a seconda delle categorie per fasce d’età:

G1 (6 anni): 4 giri per totali 2,7 km;
G2 (6 anni) 7 giri per totali 4,8 km;
G3 (6 anni) 9 giri per totali 6,1 km;
G4 (6 anni) 12 giri per totali 8,2 km;
G5 (6 anni) 15 giri per totali 10,2 km;
G6 (6 anni) 18 giri per totali 12,2 km;

Verifica licenze in piazza Vittorio Emanuele dalle 16:30 alle 17:30, riunione tecnica alle 17:45 e prima partenza alle 18:00 Premiazioni alle 20 (dopo la messa), che comprenderanno sia i riconoscimenti per la singola gara che per tutto il Challenge. In premiazione per il trofeo Festalfa andranno i primi tre maschili e femminili per ogni categoria e le prime tre società.

Considerato che la corsa si disputa su un circuito altamente spettacolare ma anche veloce e tecnico, l’organizzazione e il comando di polizia locale hanno chiesto e ottenuto, dalle 14 alle 21 di domani, la completa chiusura al traffico dell’area interessata dalla competizione, con rimozione forzata dei veicoli in sosta.

Le zone interdette al traffico e alla sosta per il trofeo Festalfa
Le zone interdette al traffico e alla sosta per il trofeo Festalfa
5° trofeo Festalfa: la prima pagina dell'ordinanza sul traffico
5° trofeo Festalfa: la prima pagina dell’ordinanza sul traffico

In particolare, nell’ordinanza dirigenziale n° 44/2017 “disciplina della circolazione veicolare in occasione della gara ciclistica denominata 5° trofeo Festalfa per domenica 10 settembre 2017” firmata dal dott. Luigi D’Introno si legge che la circolazione e la sosta sono vietate su:

  • piazza Vittorio Emanuele nel tratto stradale dal civico 1 al 31, dal 32 al 46 e dal 47 al 60;
  • via Aldo Moro nel tratto compreso tra Piazza V. Emanuele e via San Felice;
  • via San Felice nel tratto compreso tra via San Domenico e via Aldo Moro;
  • via San Domenico nel tratto compreso tra via San Felice e piazza Vittorio Emanuele.
5° trofeo Festalfa: la seconda pagina dell'ordinanza sul traffico
5° trofeo Festalfa: la seconda pagina dell’ordinanza sul traffico

Inoltre, per garantire idonee vie di fuga, la circolazione è vietata anche nei seguenti tratti:

  • via Monte Vodige tra piazza Mentana e via XXIV maggio;
  • via Cirillo tra via XXIV maggio e via Aldo Moro;
  • via XXIV maggio tra via Aretino e piazza V. Emanuele;
  • via Aldo Moro tra via Bronzetti e via San Felice.

Coratino avvisato mezzo salvato: un po’ di civiltà e spirito di collaborazione non guastano mai. Nella speranza di non ripetere la figuraccia dell’edizione 2016, con numerose auto parcheggiate sul percorso di gara e organizzatori e tifosi costretti ad acrobazie per mettere in sicurezza le curve, talvolta creando catene umane.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami