Tragedia Concordia, il cordoglio delle istituzioni per la scomparsa di Maria D’Introno

alt

La notizia del ritrovamento del corpo di Maria D’Introno, giovane coratina vittima della tragedia della Costa Concordia, ha fatto il giro del mondo.

Accanto a due comunità cittadine che partecipano con commozione al triste evento ci sono anche le istituzioni.

Il consiglio regionale della Puglia, attraverso una nota a firma del vicepresidente Nino Marmo esprime la propria vicinanza alla famiglia e alla comunità coratina.

«La Puglia intera piange la dolce giovinezza di Maria D’Introno», afferma il vicepresidente Marmo.

«Il rinvenimento sul relitto della ‘Costa Concordia’ del corpo senza vita della sposina coratina Maria D’Introno, se interrompe un’attesa sempre più angosciosa che ci aveva tutti coinvolti, spegne soprattutto l’ultima speranza di restituirla ai suoi cari nella tenera vitalità della sua sorridente giovinezza.

Al dolore loro e di tutta la comunità coratina si unisce oggi l’intera Puglia, colpita direttamente e tanto duramente in una tragedia assurda ed assolutamente evitabile, che ha funestato in termini devastanti quella che avrebbe dovuto essere un’esperienza di meritatissima gioia per un’intera, meravigliosa famiglia».

E non dimentica l’altro pugliese ancora dispero, Giuseppe Girolamo di Alberobello, che aveva lasciato il suo posto sulla scialuppa di salvataggio ad un bambino: «Identici sentimenti di affetto ed angoscia proviamo ed esprimiamo per il giovane musicista pugliese Giuseppe Girolamo, le ricerche del quale vivamente auspichiamo che continuino e si risolvano nel miracolo che invano abbiamo sognato per la cara Maria»

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami