Tra tradizione e novità la mostra de Il Pendio festeggia 50 anni

La mostra-concorso più attesa dell’estate coratina apre i battenti alla comunità cittadina. Sarà fruibile in Largo Abbazia fino a lunedì 27 agosto

Tra tradizione e novità la mostra de “Il Pendio” festeggia 50 anni
Tra tradizione e novità la mostra de “Il Pendio” festeggia 50 anni

Nella serata di ieri 22 agosto, si è svolta, come da tradizione, l’inaugurazione della mostra de Il Pendio, riservata ai giovani artisti del Mezzogiorno.

Ad ospitare l’evento targato Pro Loco Quadratum Largo Abazia, luogo che recentemente è stato teatro di violenza per l’omicidio del giovane Victor, ricordato a inizio della serata con un minuto di silenzio.

Emozionatissimo il presidente della Pro Loco Quadratum Gerardo Giuseppe Strippoli che ha presentato la serata ringraziando la Regione Puglia e il Comune di Corato per il loro sostegno e illustrando le novità della 50esima edizione de “Il Pendio”, traguardo che nessuno avrebbe mai immaginato di raggiungere.

Quest’anno alla mostra hanno partecipato ben 64 artisti di cui 47 sono entrati a far parte del catalogo, come deciso dalla giuria presieduta dal prof. Nicola Tullo, vincitore della prima edizione de “Il Pendio”. Di questi 47 artisti sono le opere che fino a lunedì 27 si potranno ammirare in Largo Abbazia. Una sezione della mostra è dedicata alle opere del prof. Tullo presente alla serata.

Per il terzo anno consecutivo tutti i partecipanti hanno contribuito alla realizzazione delle due opere collettive, iniziativa ideata dal socio Pro Loco prof. Luigi Pomarico, aventi come tema centrale la piazza, rappresentata prima come luogo abbandonato dalla comunità cittadina nell’opera “Le Muse inquietanti”, poi come luogo di incontro nel dipinto “Piazza d’Italia”, entrambe di Giorgio De Chirico.

Tra le novità del 50esimo compleanno vi è l’istituzione di due nuove categorie dedicate alla grafica e all’illustrazione, introdotte dal dott. Domenico Paganelli, membro del direttivo.

In occasione della 50esima edizione è stata adottata una nuova grafica, moderna e innovativa, curata dalla Società Cooperativa Spore, rappresentata ieri sera al tavolo dei relatori da Ivan Abbattista. È stato elaborato un logotipo che richiama la pendenza del luogo che ha ispirato la mostra, il Pendio Brisighella, rappresentato con una diagonale che invita a vedere la realtà da una nuova prospettiva.

Ulteriore novità la realizzazione di tre cartoline celebrative della mostra a cura dell’artista lucano, Mauro Bubbico, nelle quali convergono l’arte e il tema della pasta, a testimonianza della collaborazione con il Pastificio Granoro. Su ogni cartolina è stato apposto l’annullo filatelico, grazie alla collaborazione con Poste Italiane.

«Con l’annullo filatelico si intende fermare il tempo e trasmettere i nostri valori alle generazioni future», ha affermato il dott. Vincenzo Castro, direttore dell’Ufficio Poste Italiane di Corato.

«In occasione del 50esimo anniversario, Il Pendio sarà onorato con un contributo economico da parte della Regione –  ha annunciato il coratino dott. Aldo Patruno del dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia, portando  i saluti del presidente della regione Emiliano. «Il Pendio è una tradizione che guarda al futuro attraverso l’arte contemporanea; ha radici profonde nel tessuto della città di Corato ma è anche dotata di quelle ali che possono aiutarla a guardare al presente puntando al futuroha affermato Patruno ricordando un proverbio arabo che definisce beato colui che è capace di dare ai propri figli radici e ali

È stato il sindaco Massimo Mazzilli a definire con accezione positiva “visionari” coloro che nel 1962 (prof. Cataldo Leone e prof. Mosca) pensarono “Il Pendio” e a sottolineare quanto siano attuali gli iniziali obiettivi della manifestazione ovvero dare nuova vita al centro storico e offrire opportunità ai giovani.

I giovani, infatti, assieme all’arte, sono i veri protagonisti della mostra de Il Pendio, l’anima del concorso d’arte.

Molto sentito è stato il ricordo di Angela Pisicchio, prima presidente donna della Pro Loco Quadratum, donna energica, creativa, amante della cultura, che resterà sempre nei ricordi di tutti coloro che l’hanno conosciuta. In suo ricordo è stato anche istituito un premio speciale.

Meravigliosa la scritta “Il Pendio” accanto al numero “50” che svetta nella piazza nei pressi dell’Arco dell’Abazia decorata da otto affermati artisti: Gregorio Sgarra, Sara Rutigliano, Maria Luisa Cialdella, Luigi Pomarico, Luigi Basile, Sabino Zaza, AnnaMaria Lamonica, Pino Navedoro.

Gallery fotografica a cura di Caterina Anna Cuccovillo

I premiati

  • I PREMIO (Premio Dott. Renato La Serra): Angela Lazazzera con “Memoria dal sé”.
  • II PREMIO (Premio Chiara Clemente ed Attilio Mastromauro): Marco Carrieri con “Damnatio Memoriae
  • III PREMIO (Premio Prof. Felice Tarantini): Stefano Lotito con “Discesa”
  • IV PREMIO (Premio Mimì e Lena Torelli): Lisa Cutrino con “Guardalo”.
  • V PREMIO (Premio Not. Vittorio Fabbri): Grazia Palumbo con “Senza Tempo”

Primo premio ex aequo per la sezione speciale illustrazione a Massimiliano Dilauro con “Carlos Valderrama” e a Francesco Lops con “Matematica Visiva”.

Per la sezione grafica, a causa dell’insufficienza degli elaborati giunti, la giuria ha ritenuto di non consegnare alcun premio.

Premi speciali

  • PREMIO FORUM DEI GIOVANI DI CORATO: Giuseppe Riccardi
  • PREMIO CENTRO STUDI BARLETTA IN ROSA: Raffaele Busseti
  • PREMIO PRO LOCO QUADRATUM: Antonia Bufi
  • PREMIO PROFF. CHIARA E DOMENICO SIMEONE: Brigida Tullo
  • PREMIO ASS. CATALDO LEONE: Giovanni Capurso
  • TARGA ALFREDO VERDELOCCO: Luisa Valenzano
  • PREMIO COMUNE DI CORATO: Cristina Magnini
  • MEDAGLIA I.I.S.S. FEDERICO II STUPOR MUNDI: Vincenzo De Bari
  • PREMIO PRO LOCO QUADRATUM ANGELA PISICCHIO: Annalisa La Forgia

Altri artisti in mostra

Jasmine mascoli, Giuseppe Cartolano, Lorenzo Casamassima, Felicia Romeo, Francesco Pio Marcone, Cristian Lenti, Gianluca Vernice , Valentina Radogna, Rodolfo Vangi, Aurora Avvantaggiato, Michelangelo Lotito, Mario De Gabriele, Maria Cortese, Simone Avvantaggiato, Marcello Caterina, Alessia Lastella, Luisa Lafiandra, Lucrezia Mastrapasqua, Fabiana Schiraldi, Lorenzo Galuppo, Davide Monteseno, Giuseppe Amoroso De Respinis, Raffaele Vitto, Alessia Zagaria, Tonia Roselli, Davide Partipilo, Antonio Piccolomo, Mariaelena Colonna, Matteo Nardella, Rosa Di Benedetto, Simona Zaza.

Orari ed eventi collaterali alla mostra

Dal 22 al 27 la mostra è fruibile in Largo Abbazia dalle ore 19 alle ore 23.

Tra gli eventi collaterali della 50esima edizione domani 24 agosto “Quartet Melody” – concerto di fiati, il 26 agosto musica dal vivo a cura di Pietro Catucci (violino) e Francesco Amatulli (violoncello) e il 27 agosto “Fuori Libri nel Borgo Antico” con Michele Giangrande, Vitantonio Lillo e Raffaele Fiorella.

Gallery fotografica a cura di Francesca Maria Testini

 

 

 

 

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami