Torna a Corato la scrittrice Gabriella Genisi

Appuntamento venerdi 21 giugno alle ore 19.00 presso la libreria Mondadori

Torna a Corato la scrittrice Gabriella Genisi
Gabriella Genisi

La scrittrice Gabriella Genisi ritorna a Corato per dialogare sul suo ultimo romanzo “Pizzica amara”, edito da Nero Rizzoli.

In un giallo sconvolgente e quanto mai attuale, Gabriella Genisi racconta il Salento oscuro delle superstizioni e delle notti della taranta; a fare da guida una carabiniera indimenticabile, che rompe e ribalta tutti i canoni della scena noir.

Appuntamento venerdi 21 giugno alle ore 19.00 presso la libreria Mondadori. L’evento, che rientra nella rassegna “Scrittori di Puglia”, si svolge in collaborazione con la libreria Mondadori. Dialogherà con l’autrice Mariella Sivo. Letture a cura di Luciana De Palma e Federico Lotito.

La trama
Nel cimitero di un paesino vicino a Lecce, terra incantata battuta dal vento e incendiata dal sole, viene profanata la tomba di Tommaso Conte, un ragazzo morto qualche anno prima per un sospetto incidente. Poco tempo dopo, lì vicino, vengono trovati due cadaveri: una ragazza di origini balcaniche dall’identità sconosciuta e la liceale Federica Greco, figlia di un senatore. Annegata sulla spiaggia la prima e impiccata a un albero la seconda. A indagare c’è il maresciallo Chicca Lopez, giovanissima salentina e carabiniera ribelle. Appassionata di moto e fidanzata con Flavia, una compagna piuttosto esigente che, come i più genuini mariti pugliesi, la aspetta a casa pretendendo la cena, Chicca ogni giorno lotta per farsi spazio in un ambiente di soli uomini come quello della caserma. Determinata, cocciuta, sfrontata, è alla ricerca della verità costi quel che costi, anche la vita.

Cosa lega quei cadaveri e la serie di inspiegabili sparizioni degli adolescenti della zona? E chi è quella donna che si dice possegga gli antichi poteri delle macare, le streghe del Salento?

Combattendo l’omertà di una comunità che non vuole incrinare l’immagine di terra da sogno, Chicca Lopez si troverà invischiata in una vicenda dai contorni sempre più inquietanti, tra rituali sanguinosi, magia e loschi traffici.

L’autrice
è nata nel 1965 e abita vicino al mare, a pochi chilometri da Bari. Ha inventato il personaggio del Commissario Lolita Lobosco, la “Montalbano al femminile” come è stata definita dalla critica, protagonista di vari romanzi pubblicati da Sonzogno: La circonferenza delle arance, Giallo ciliegia, Uva noir, Gioco pericoloso, Spaghetti all’Assassina, Mare nero e Dopo tanta nebbia, La teoria di Camila. Di recente Luca Zingaretti ha opzionato i diritti televisivi del Commissario Lolita che sarà presto in una fiction. 

“La caffettiera sul fuoco borbottò appannando il vetro della finestra, oltre il quale, sui tetti bassi delle case, sorgeva il sole. Lucia si alzò dal tavolo dove aveva appena finito di misurarsi la pressione e segnò scrupolosamente su un quaderno i valori della minima e della massima. Quel giorno erano un po’ più alti del solito. Colpa di una notte agitata da sogni confusi che le avevano lasciato un vago senso di ansia e un’oppressione al petto.”

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami