A Terra Maiorum tradizioni e sapori della IV “Festa d’Agosto”

D'Introno: «il nostro territorio è la nostra identità ed è la fonte del successo!».

Una regione che conserva intatto il profumo dell’accoglienza mediterranea, come dimostrato sabato 26 agosto dalla IV edizione della Festa d’Agosto, manifestazione organizzata dalla Cooperativa di Lavorazione Prodotti Agricoli “Terra Maiorum” di Corato.

Un saluto che sa di calore, come quello della pietra calcarea scaldata dal sole che, al tramonto, viene avvolta dai rossi colori dei suoi raggi calanti. Ma anche di pace, trasmessa dall’ombra fresca e rinfrancante degli ulivi millenari di Puglia, eletti a simbolo di fratellanza in una terra che, storicamente, è crocevia di culture, saperi e tradizioni.

Ad aprire la serata il videomessaggio di Loredana Capone, Assessore con delega all’industria turistica e culturale, gestione valorizzazione dei beni culturali per la Regione Puglia che, seppur a distanza, ha voluto prender parte alla presentazione della millesima copia di “Benvenuti in Paradiso”, romanzo scritto a quattro mani da Giampaolo Balsamo e Palma Lavecchia. «La nostra regione – ha commentato l’Assessore – si caratterizza per una storia stratificata che ha dato vita ad un patrimonio unico, arricchito dall’attitudine naturale all’accoglienza delle nostre comunità, che riesce a far sentire i turisti cittadini delle nostre città».

Una serata unica, come ha sottolineato il responsabile della casa editrice Rotas, Renato Russo, «che ha unito l’imprenditorialità alla cultura per celebrare la millesima copia stampata di un libro», evento che straordinariamente si discosta dal generale clima di crisi esistente tra i lettori.

Una storia nata quasi per gioco, come ha ricordato il giornalista Giampalo Balsamo, composta dal suono dei tasti digitati sulla tastiera del PC e al ritmo delle email contenenti le bozze dei capitoli, scritti dai due autori a circa 400 km di distanza.

Lo stile amabile e scorrevole di Palma Lavecchia ha dato voce a Teresa Piacentini, coriacea protagonista femminile della storia, amante delle soap opera, da sempre accanita concorrente di Gianni De Paolis, impegnato come lei nella gestione dell’agenzia familiare di pompe funebri. Tra uno scontro e l’altro, si intreccia una storia in cui è possibile riscoprire la Puglia nelle sue infinite bellezze, anche attraverso un lavoro pieno di tabù, nonostante la profonda umanità insito in esso.

Un romanzo, dunque, piacevolmente scorrevole e coinvolgente, tanto da essere recentemente diventato un audio libro per l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Il suo segreto, come ha suggerito il moderatore della serata Pinuccio Pomo, tra l’altro segretario dell’AGAP (Associazione Giornalisti Agricoltura Puglia), risiede con ogni probabilità nella contemporaneità della storia, che emerge attraverso le professioni dei due autori e nel racconto della terra di Puglia, con tutta la ricchezza dei suoi colori, paesaggi e sapori, tali da renderla unica.

«La Puglia – ha confermato Pasquale D’Introno, presidente di “Terra Maiorum” – è bellezza, storia, paesaggio, enogastronomia, ma soprattutto persone. La nostra azienda, composta da oltre 800 soci, rappresenta bene lo spirito di questa terra e della sua gente, che non si accontenta, che vuole costruire con impegno e dedizione per le future generazioni. Il nostro obiettivo, da oltre 140 anni, è quello di dare valore al meglio, puntando sempre più a produzioni di eccellenza e legarne la promozione a contenuti di storia e geografia. Questo perché il nostro territorio è la nostra identità ed è la fonte del successo!».

Con queste intenzioni, il Consiglio d’Amministrazione della Cooperativa ha approvato la stampa di cento copie del romanzo “Benvenuti in Paradiso”, comprendenti un omaggio alla Puglia e alle sue produzioni del presidente Pasquale D’Introno, nonché la realizzazione di etichette che richiamano nella grafica il libro e che verranno applicate su tutte le bottiglie di vino del comparto d’eccellenza dell’azienda. Anche quest’ultima, dunque, si associa alle innumerevoli iniziative pensate e realizzate per la promozione e valorizzazione della produzione di vini, olio extra vergine, cereali, mandorle e farine da parte di questa storica azienda cittadina, da sempre impegnata a far conoscere e far apprezzare il valore dei prodotti delle nostre terre, nonché la storia e le tradizioni ad essi associate. Solo qualche giorno fa, infatti, la cooperativa ha presentato nel chiostro del Palazzo di Città la speciale edizione del “Madrigale”, vino Nero di Troia IGP Puglia, creata per la manifestazione d’arte contemporanea de “Il Pendio”, celebrata da un’etichetta che richiama la 49esima edizione della mostra-concorso a cura della Pro Loco Quadratum. Inoltre, ha aderito al concorso fotografico “Scatti d’olio”, organizzato dall’associazione “Strada dell’Olio d’Oliva Castel del Monte” nell’ambito della rassegna “Sogni nelle notti di mezza estate”, che ha coinvolto i comuni di Andria, Bisceglie, Canosa di Puglia, Corato, Minervino Murge e Trani.

Arte, storia e maestria delle lavorazioni al servizio della comunità, come testimoniato dall’esposizione pittorica allestita nel cortile dell’azienda, illuminato dalle originali plafonierie risalenti agli anni ’50 recuperate dal vice-presidente di “Terra Maiorum” Giuseppe Caputo, nonché dalle fonti giornalistiche, letterarie ed iconografiche sapientemente raccolte dal collezionista Rino Scarnera, presentate in una mostra realizzata per l’occasione con la collaborazione de Lo Stradone – Il giornale di Corato.

Non meno importante, l’aspetto sociale e solidaristico dell’iniziativa, finalizzata al sostegno della comunità di Accumoli, colpita assieme ad Amatrice dal terribile terremoto verificatosi il 24 agosto dello scorso anno. «La Coop. “Terra Maiorum” – ha riferito il presidente D’Introno – sarà a fianco di due cooperative agricole zootecniche del comune di Accumoli, Rinascita 78 e Grisciano, che nel mese di novembre, in occasione della festa del vino, presenteranno i loro prodotti, presto disponibili nel punto vendita aziendale».

La serata, infine, si è conclusa con una panzerottata, grazie alla collaborazione dei volontari del Centro Aperto “Diamoci una mano”, e con la musica dal vivo di Luka Sensi e Savino Piarulli.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami