«La Tari è una tassa equa per le imprese?»

In una nota inviata alle imprese, la sezione coratina della Federcommercio Imprese Artigiane comunica di aver attivato uno sportello di consulenza per verificare le tariffe applicate per quanto attiene l’imposta TARI ed eventualmente chiedere degli adeguamenti.

Questo è quanto scrive la Federcommercio Imprese Artigiane.

“In questi giorni le imprese di Corato hanno ricevuto o stanno ricevendo la “tanto attesa” tassa sui rifiuti e, nella situazione di crisi nella quale ci troviamo, è una tassa che si aggiunge alle tante altre. A questo proposito nella sede della FEDERCOMMERCIO  venerdì 14 novembre si è tenuto un incontro  cui hanno partecipato numerose imprese, che hanno  espresso  le loro perplessità sulla entità degli importi, tanto da chiedere alla nostra organizzazione un controllo e una verifica circa le tariffe adottate, tenuto conto che a volte esse sono basate solo sulla superficie e non sull’attività prevalente svolta.

  Infatti i semplici dati catastali degli immobili non tengono conto delle possibili esenzioni e/o riduzioni. E, siccome in presenza di errori vale il principio generale secondo il quale deve essere il contribuente ad attivarsi per far valere i propri diritti e richiedere eventuali rettifiche, la FEDERCOMMERCIO Imprese Artigiane di Corato, in linea con i propri scopi statutari, intende assistere concretamente le imprese. Infatti, sulla base della normativa di settore, nonché di alcuni aspetti variabili a livello comunale (ad es. estensione dell’area servita dal servizio pubblico di raccolta, riduzioni ed esenzioni previste dal regolamento, ecc.) ha attivato un servizio di consulenza per un accurato controllo della tariffa applicata, per esaminare la specifica situazione e poter chiedere, se dovuto, il legittimo adeguamento.

In questo modo la FEDERCOMMERCIO Imprese Artigiane, tenuto conto che già in comuni viciniori sono stati approvati atti di rimodulazione della stessa tassa, vuole supportare le imprese affinchè possano lavorare con maggiore serenità e contribuire realmente al benessere economico del territorio”.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami