“Tama Kelen” a Corato

Il Forum dei Giovani Comune di Corato ha sempre voluto, specialmente attraverso la Commissione Speciale “LIBERAlaMENTE”, sviluppare iniziative e progetti che illuminino gli angoli bui della nostra realtà sociale che formano ostacoli, disagio, anche razzismo.

In questo senso si inserisce la  proposta di presentare a Corato il docu-film “Tama Kelen” del regista Michele Pinto, personalità cinematografica del nostro territorio e vincitore di prestigiosi premi a livello cinematografico nazionale ed internazionale. L’evento, organizzato con il patrocinio degli Assessorati alla Cultura ed alle Politiche Giovanili del Comune di Corato, vedrà la proiezione del docu-film in Biblioteca Comunale Venerdì 10 Aprile 2015 alle ore 19.00 ed una mostra fotografica dedicata a cura della fotografa Maria Pansini che sarà allestita presso il Chiostro di Palazzo di Città Venerdì 10 e Sabato 11 Aprile 2015.

La realizzazione del corto è stato il traguardo finale del progetto “Cinema” che ha coinvolto quindici ospiti, del progetto SPRAR “Come.Te” (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) della Casa “Santa Croce” intitolata al Giudice “Rosario Livatino” di Andria e di alcuni beneficiari dell’emergenza “Mare Nostrum”. I corsisti così sono stati protagonisti del video stesso come attori ma hanno anche contribuito alla stesura della sceneggiatura in base al loro vissuto personale sotto la supervisione dello sceneggiatore Raffaele Tedeschi che ne ha curato anche il montaggio.

“Tama Kelen” è stato patrocinato dall’Associazione di Volontariato “Salah”, in collaborazione con la Casa Accoglienza “S. Maria Goretti” e l’Ufficio per le Migrazioni della Diocesi di Andria, l’Associazione di Promozione Sociale “Migrantes” ed è stato prodotto filmicamente dalla “Morpheus Ego” di Pinto in collaborazione con l’associazione Equilibrio Dinamico.

Secondo il regista Pinto: «Questo ennesimo esperimento filmico è l’ulteriore dimostrazione di come le arti e quella cinematografica in particolare servano ad avvicinare i popoli, a favorirne il confronto e la reciproca contaminazione. Se si rispettano le peculiarità uniche dell’individuo e i suoi inalienabili diritti, ogni occasione di contatto tra uomini e culture è una esperienza che genera bellezza, gioia, fratellanza e pace.»

Per il Presidente del Forum dei Giovani Luigi Menduni: «la possibilità di portare a Corato un risultato di integrazione ed armonia tra culture come “Tama Kelen” è per il Forum un vanto e una piacevole occasione per invitare tutti a sviluppare la conoscenza dell’altro ed una rinnovata capacità di riscoprire la radice di un’umanità comune, contro il mondo dello scarto e dei confini».

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz