Storia del calcio coratino: tra i comuni mortali ma con qualche titolare coratino

0
1
calcio1
1955 – la squadra Libertas

[dropcap]D[/dropcap]alle stelle di ritorno sulla Terra tra i comuni mortali. Si riparte dalla 1^ Divisione per forza d’inerzia, senza raggiungere l’obiettivo immediato di rientro tra i big.

La società, dopo un passaggio da Narducci a Fabiano, passata nelle mani di Ficarelli, si struttura nel modo più consono alle proprie possibilità e la retrocessione dalla Promozione regionale conduce la squadra guidata dal biscegliese Ferrante ad un 5° posto soddisfacente sia pur a 20 punti di distacco dal vittorioso Altamura.

È una formazione rinnovata per otto undicesimi, base per i successivi tornei da protagonista, ad iniziare dalla stagione ‘55/’56 in cui la squadra si presenta ambiziosa ma giovane con il solito attacco veloce un asse centrale tecnico e difesa arcigna. L’undici neroverde sorprende tutti, è 1^ per 16 giornate e perde l’imbattibilità solo alla 13^ a Monte S.Angelo. Ma a gennaio mentre le avversarie si rafforzano, i calciatori neroverdi, molto tecnici, sui terreni pesanti, hanno un crollo psicologico e finiscono quarti.

Pur arrivando secondi, l’anno successivo a -3 dal Giovinazzo, il campionato è meno appassionante, in quanto non lottano mai per il titolo ma se ne avvicinano, recuperando nel ritorno ma solo per un rallentamento dei battistrada. La squadra parte male ma inanella 13 risultati utili con cuore e spirito di abnegazione ad immagine e somiglianza del suo allenatore Giacobbo. Sarà il torneo ‘57/’58 quello più entusiasmante ed incerto, con otto squadre che si avvicendano in testa, dalla terza in poi per guadagnarsi 4 posti utili per il passaggio all’istituendo campionato regionale dilettanti a 2 gironi.

Il Corato si gioca tutto all’ultima giornata a Foggia contro l’Ambrosia. Rimedierà una  scoppola (4-0) e scavalcato dal Terlizzi giungerà quinto. Ha inizio la serie di vari ripescaggi (ne seguiranno altri come vedremo nella prossima puntata), il primo proprio nel campionato regionale dilettanti.

Questa volta il tanto bistrattato Corato a tavolino ha in Lega chi lo protegge. Sapete chi? È il Comandante Narducci.

Da Martire ad Angelo Custode. 

[quote font_size=”12″ bgcolor=”#c7d6c0″]

FORMAZIONI

54/55: De Gregorio, Minutilli, Caradonna, Chiriaco, Veneziani, Rago, Sebastiani, Scagliarini, Lattanzi, De Benedictis, Mininni. All. Ferrante; Pres. Ficarelli

55/56: De Gregorio, Minutilli, Pollex, Tedeschi, Bonavoglia, Acquaviva, Pellegrini, Scagliarini, Berardi, Lorusso, De Benedictis. All. Ferrante; Pres. Ficarelli;

56/57: Lorusso, Mangialardi, Pollex, Fusaro, Minutilli, Acquaviva, Di Caterina, Cascella, Berardi, Tedeschi, De Benedictis. All. Giacobbo; Pres. Fabiano.

57/58: Ronchi, Pollex, De Benedictis, Tedeschi, Petrone, Acquaviva, Orlando, Montani, Lorusso, Masiello, Di Caterina. All. Giacobbo; Pres. Fabiano.

[/quote]

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz