Storia del calcio coratino: cantando “Forza Corato” in teleradiocronaca

La cronaca sportiva con Radio Studio Centro e TeleAC.

"Forza Corato" in teleradiocronaca.

“Cosa ha fatto il Mola, il Bitonto poi ed ancora il Bisceglie?” – “Ha vinto!” – e tutti con i musi lunghi, ma se la risposta era “ha perso”, tutti insieme a cantare “Forza Corato”.

Ed il sottoscritto, col suo compagno d’avventura, si sentivano il centro del mondo, come se il risultato dipendesse da loro. E quando la notizia arrivava dopo 10-15 minuti, era tempo reale, come ora lo è realmente Internet. Avventura bellissima con Radio Studio Centro e TeleAC, da cui è passato Saverio Montingelli, ora in Rai. Gli sponsors per lunghe trasferte in Abruzzo e Marche eravamo spesso noi stessi (nel senso che si andava a nostre spese), muniti di cavi telefonici fino a metri 150, come a San Salvo o a Val di Sangro con radiocronaca effettuata su una collina in una masseria di vacche, unico posto dove era possibile collegarsi ad una presa di corrente.

A volte l’unica possibilità era correre ad un bar, anche a 2-3 km, sotto la pioggia o la neve (vedi San Marco in Lamis) per un riassunto di pochi minuti. Altre volte si correva, ma davanti ai tifosi, che inveivano contro i nostri commenti. A Lanciano una processione ci ha salvati da una aggressione, poichè alle 19:00 è scattata la ritirata dei tifosi avversari, particolarmente devoti, verso il paese.

A San Salvo un’altra processione ci stava condannando, travolti dal fuggi fuggi generale. Abbiamo finanche finto una diretta con 5 minuti di ritardo, ma il dono dell’ubiquità, che il sottoscritto non ha ancora, ci ha traditi. Tempi naif ma molto affascinanti. E chissà che un giorno non possiamo ripetere la frase con cui concludevamo il “Lunedì Sport” televisivo: “perchè lunedì entreremo sempre nelle vostre case”. Significherà avere una grande squadra di calcio e basket … ed anche una tv.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz