Si conclude la settimana dedicata all’autismo dell’Oriani-Tandoi

In questi giorni il liceo si è colorato di blu e tante sono state le attività svolte all'interno del progetto "Sradichiamo l'isolamento, seminiamo consapevolezza" grazie all'impegno e all'entusiasmo di docenti e alunni

Si conclude la settimana dedicata all'autismo dell'Oriani-Tandoi
Si conclude la settimana dedicata all'autismo dell'Oriani-Tandoi

Si conclude con la visione del film-documentario “Life animated”, del regista Roger Ross Williams, la settimana dedicata alla consapevolezza dell’autismo dell’Oriani Tandoi.

Anche quest’anno il 2 Aprile è la data scelta a livello mondiale per celebrare questo evento.

Il protagonista del film, Owen Suskind, all’età di tre anni, smette di parlare, rifugiandosi nella visione dei film classici della Disney. Il linguaggio dei cartoni sarà l’unico mezzo attraverso il quale i genitori impareranno a comunicare con lui.

In questi giorni l’Oriani Tandoi si è colorato di blu, colore simbolo dell’autismo, e tante sono state le attività svolte all’interno del progetto “Sradichiamo l’isolamento, seminiamo consapevolezza” grazie all’impegno e all’entusiasmo di docenti e alunni: la realizzazione dell’albero della consapevolezza, di fiori decorativi, di dietroporta, tutti rigorosamente blu, letture tratte da “Il bambino che parlava alla luce” di Maurizio Arduino e l’autismo spiegato agli alunni dell’indirizzo socio-sanitario del Tandoi.

Nella giornata di domani, 2 Aprile, un flashmob dal titolo “Blu playing” animerà il cortile della sede del Professionale Tandoi e in serata un faro blu illuminerà l’ingresso di entrambe le sedi dell’istituto Oriani Tandoi, metafora della luce che porta alla consapevolezza di una realtà composta da ragazzi e ragazze speciali.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami