Sarah Strippoli, astro nascente della Ginnastica Artistica

Grazie al costante lavoro svolto con suo padre Cataldo Strippoli, la giovane atleta coratina è tra le ginnaste più forti di Puglia al suo livello

Sarah Strippoli: stella della ginnastica artistica
Sarah Strippoli: stella della ginnastica artistica
Padre e figlia, mentore e allieva. Insieme, con i loro successi, portano alto il nome di Corato, promuovendo la passione per lo sport e veicolando i sani valori educativi in esso presenti. Stiamo parlando di Cataldo e Sarah Strippoli, rispettivamente tecnico federale di ginnastica artistica e giovanissima ginnasta di soli 10 anni.
Il loro viaggio inizia fondando, nel 2017, la Gym Progression, società coratina di Ginnastica Artistica e Acrobatica, partecipando costantemente a tutte le gare della F.G.I. – acronimo che sta a indicare la Federazione Ginnastica Italiana –  GAF e GAM, ottenendo sempre ottimi risultati.
Con estrema passione, con sacrificio, umiltà e dedizione, in soli due anni sono riusciti a calcare numerosi campi di gara a livello regionale, interregionale e nazionale, senza mai smettere di imparare l’uno dall’altra, simbioticamente. E Sarah, giovane astro nascente, è riuscita a salire sui podi più alti dello scenario silver e gold di questa affascinante disciplina.
L’ultimo grande successo che la vede protagonista l’ha portata, lo scorso 30 marzo, ad aggiudicarsi la medaglia di bronzo nella gara regionale LC categoria A3, svoltasi nell’ambito dei Campionati Individuali SILVER LC/LC3 presso il Polo Tecnico di Brindisi.
Questo terzo gradino sul podio, assieme ad altri numerosi suoi successi e della squadra della Gym Progression, inserisce l’atleta coratina tra le ginnaste più forti di Puglia del suo livello. Sono tanti gli ambizioni progetti in cantiere per la giovane Sarah.
È grazie alla sua tenacia e a quella di un intero team di lavoro che Corato può vantare un
nome e una posizione di tutto rispetto nel panorama della ginnastica artistica.
Così, con impegno e passione, la piccola grande storia di Cataldo e Sarah insegna a credere nelle potenzialità di ciascuno. Perché, ciò che più conta dopo una gara, sulla strada verso casa, è il bagaglio di emozioni e umanità che ci si porta dietro.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami