San Cataldo 2019 fra sacro e festa popolare. Il programma

La celebrazione di San Cataldo sarà dal 17 al 19 agosto. In arrivo novità e rispetto delle tradizioni

Sala verde
Presentazione Programma per San Cataldo

Una società senza tradizioni non funziona. É indispensabile una continuità di relazioni sociali nel tempo, perché solo così la tradizione si distingue dalla moda. La trasmissione di credenze, di gesti, di valori nei quali si aggregano, all’interno di un modello ricorrente, è in qualche modo una tradizione.

L’insieme di questa caratteristiche ha la Festa Patronale di San Cataldo la cui ricorrenza ogni anno testimonia la verità del suo rapporto con la popolazione. quest’anno, lo avevamo già scritto, si terrà nei giorni 17-18-19 agosto.

L’agenda di incontri è stata presentata presso la Saletta Verde di Palazzo San Cataldo. All’incontro hanno partecipato il Vescovo della diocesi di Trani mons. Leonardo D’Ascenzo, il Sindaco di Corato Pasquale D’introno, il vicario Don Giuseppe Lobascio, il presidente della Deputazione Michele de Lucia e Aldo Patruno, dirigente della Regione Puglia.

«Le feste patronali sono un momento in cui, anno dopo anno, la comunità cittadina si ritrova per fare memoria e riappropriarsi della propria fede e delle proprie tradizioni, valori fondamentali – ha cominciato il vescovo D’Ascenzo -. Ho notato che anche a Corato il rapporto tra città e santo patrono è molto coinvolgente»

In questi giorni la Deputazione maggiore cerca in tutti i modi di far avvicinare la festa del Santo Patrono anche alle persone più in difficoltà, portando le reliquie anche nei luoghi di ricovero per gli anziani. «Negli ultimi giorni stiamo portando la reliquia di San Cataldo nelle case di riposo – ha detto Michele De Lucia – abbiamo trovato un grande riscontro spirituale e umano di chi sarà comunque partecipe della festa, anche grazie alla diretta televisiva»

Don Peppino Lobascio chiede a tutti di tramandare queste tradizioni “di padre in figlio” per non far perdere il senso di festa e il senso di unità. «In questi tempi in cui è facile trovare luoghi dominati dalla disgregazione -ha detto il vicario – la Festa patronale ha il grande dono di aggregare. Non disperdiamo le nostre tradizioni e sforziamoci di tramandarle ai giovani».

Il Sindaco ha sottolineato l’utilità della Festa anche per gli ultimi e i meno fortunati: «Sono giorni di festa rispetto ai quali la città deve sapersi trovare pronta. È bello pensare ai riti che caratterizzano questa tradizione, come il giro del corso o il pranzo della domenica». Pasquale D’Introno ha concluso annunciando che la sua amministrazione donerà 50 pasti alle famiglie meno fortunate della città.

«La tradizione non adora la cenere ma tiene vivo il fuoco», ha esordito con queste parole Aldo Patruno, uno degli agenti principali della cultura pugliese, che ha spiegato come la cultura possa moltiplicare le occasioni di sviluppo economico. Il direttore generale del Dipartimento Cultura e Turismo della Regione ha voluto mettere in luce il concetto di unicità del territorio, rimarcando l’utilità delle feste popolari per mantenere viva la tradizione e coinvolgere più giovani possibili. «Dobbiamo proiettare questi valori nel futuro -ha detto- attraverso la promozione della nostra identità, anche con le nuove forme di comunicazione».

In conclusione torna la Lotteria. I biglietti verranno venduti al costo di 3 euro presso tutti i negozi che avranno affissa la locandina dell’evento. In palio ci sono molti premi. dai viaggi ai buoni spesa presso alcuni negozi coratini.

Il programma

Sabato 17 agosto

Ore 08,00 Inizio festeggiamenti. Lancio di mortaretti.

Ore 19,00 Chiesa Matrice: S. Messa.

Ore 20,00 La statua lignea del Santo Patrono sarà portata in processione dalla chiesa Matrice al chiostro del Palazzo di Città -Palazzo San Cataldo- dove rimarrà alla venerazione dei fedeli per tutto il periodo dei festeggiamenti. La processione sarà presieduta dal vicario zonale don Giuseppe Lobascio e sarà accompagnata dalla Deputazione Maggiore e dalle Confraternite. All’arrivo in piazza Marconi, la statua del Santo Patrono sarà accolta dal sindaco della città di Corato.

A seguire in piazza Cesare Battisti: Storico Premiato Gran Concerto Bandistico “Biagio Abbate – Città di Bisceglie” diretto dal M° Benedetto Grillo.

Domenica 18 agosto

Ore 07,30 “Pedalando con i Santi” raduno in piazza C. Battisti.

Ore 08,00 Lancio di mortaretti.

Ore 10,30 Chiesa Matrice: Solenne Concelebrazione presieduta da S. E. Mons. Leonardo D’Ascenzo, arcivescovo della diocesi, con la partecipazione del Rev.mo Capitolo, delle autorità civili e militari, della Deputazione maggiore, delle confraternite e associazioni religiose.

Ore 11,30 La Banda si esibirà a piè fermo in piazza Di Vagno. Chiesa Matrice: Santa Messa.

Ore 19,00 II Concerto Bandistico Città di Bisceglie girerà per le vie della città.

Ore 20,00 L’artistico busto argenteo del Santo Patrono sarà portato in processione lungo il corso cittadino. La processione presieduta dall’arcivescovo, dal reverendissimo capitolo, dalle autorità civili e militari, dalla Deputazione maggiore, dalle confraternite e associazioni religiose.

A seguire in piazza Cesare Battisti: Storico Premiato Gran Concerto Bandistico “Biagio Abbate – Città di Bisceglie” diretto dal M° Benedetto Grillo.

Ore 24,00 Grandioso spettacolo pirotecnico a cura della ditta “Pirofantasy” presso stazione ferroviaria.

Lunedì 19 agosto

Ore 08,00 Lancio di mortaretti.

Ore 09,00 Chiostro Palazzo di città: S. Messa.

Ore 19,00 Chiostro Palazzo di città: S. Messa.

Ore 20,00 Rientro della statua lignea del Santo patrono in chiesa Matrice. La processione sarà presieduta dal vicario zonale don Giuseppe Lobascio con la partecipazione della Deputazione maggiore e delle confraternite.

A seguire in piazza Di Vagno, spettacolo musicale a cura della cover band “Bambini di Vasco”.

Martedì 20 agosto

Ore 19,00 Chiesa Matrice: S. Messa di ringraziamento. Invito a partecipare: Deputazione maggiore San Cataldo, amministrazione comunale, consiglio comunale, confraternite, associazioni, comunità cittadina.

Ore 20,30 piazza C. Battisti: estrazione lotteria di San Cataldo

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami