Sabato 20 ottobre torna la raccolta alimentare

All'uscita dei supermercati Dok, A&O e Famila sarà possibile donare uno o più prodotti non deperibili della propria spesa in favore dei bisognosi

Sabato 20 ottobre torna la raccolta alimentare
Sabato 20 ottobre torna la raccolta alimentare

Da dieci anni al servizio dei bisognosi e in prima linea nella lotta contro la povertà, l’Associazione Orizzonti prosegue il proprio cammino di volontariato finalizzato all’aiuto delle numerose famiglie indigenti del territorio e al recupero dello scarto alimentare da trasformare in risorsa preziosa.

Per il prossimo sabato 20 ottobre l’Associazione Orizzonti promuove in diversi Comuni, fra cui Corato, la Raccolta Alimentare “Il Cibo del Sorriso”, la consueta giornata che vedrà protagonista la generosità di chi si recherà nei Supermercati DOK, A&O e Famila dove sarà possibile donare uno o più prodotti alimentari non deperibili acquistati per la spesa settimanale e donarli in appositi contenitori presidiati all’uscita dai supermercati dai volontari dell’Associazione Orizzonti.

“Da 10 anni il nostro esercito di volontari, donatori e aziende illuminate è cresciuto considerevolmente – spiega il presidente di Orizzonti Angelo Guarriello – così come cresce considerevolmente nel silenzio generale la povertà e il disagio che colpisce anche le famiglie nostre confinanti, quelle più impensabili. In molti si sono schierati al nostro fianco per combattere la povertà, una piaga sociale senza precedenti che mette in ginocchio ogni giorno migliaia di famiglie. Ringrazio sin da ora chi, con un piccolo gesto, contribuirà a rendere meno amara la quotidianità per tante persone, a volte le più impensabili, che non riesce più a mettere un piato in tavola. Ai nostri volontari il nostro più grande grazie per mettersi da dieci anni al servizio quotidiano di chi soffre”.

Numerose le parrocchie, gli enti e le associazioni che con Orizzonti saranno in campo nei Comuni coinvolti per la Raccolta Alimentare. A Corato se ne occuperanno la Parrocchia Sacra Famiglia e la Casa della mamma.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami