Ruvo di Puglia, vigilantes si ritraevano con i defunti durante servizio di sorveglianza

0
2

Una vicenda macabra quanto sconvolgente quella emersa nelle scorse ore e su cui la Procura di Trani vuole far luce.

Da quanto emerge dall’esposto fatto recapitare al procuratore della Repubblica di Trani, gli episodi risalirebbero ad Agosto 2015 e Gennaio 2016 e vedrebbero protagoniste alcune Guardie Giurate che si sarebbero introdotte nell’obitorio del cimitero di Ruvo di Puglia, scattandosi delle foto di cattivo gusto con le salme dei malcapitati, ospitate lì per la notte in attesa del rito funebre. 

All’esposto inoltre erano allegate alcune fotografie che dopo essere state scattate, venivano prontamente condivise su un noto servizio di messaggistica istantanea, destando commenti divertiti ed altri sdegnati da parte dei colleghi.

Ora coloro che hanno perso dei cari in quel periodo vorrebbero accertarsi che non circolino altre foto del genere, in cui i loro parenti siano soggetti di orribili messinscene, e vorrebbero inoltre sapere quali saranno le misure di sicurezza adottate dal Comune di Ruvo di Puglia per tutelare al meglio i luoghi sacri e la dignità di coloro che non ci sono più, affinché eventi spiacevoli come questi non si ripetano.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz