Ruvo di Puglia. Arrestato il titolare di un’azienda di produzione della cannabis

Coltivava marijuana con THC superiore ai limiti consentiti

Cannabis sequestrata e imprenditore agli arresti
La cannabis sequestrata dai Carabinieri in un'azienda di Ruvo di Puglia

È finita nelle indagini dei Carabinieri un’impresa di Ruvo di Puglia dedita alla produzione di Cannabis Sativa. I Carabinieri avevano notato strani movimenti in quella impresa e hanno deciso così di procedere a un controllo nell’ambito dei servizi di prevenzione e contrasto al fenomeno dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Cannabis sequestrata a Ruvo
La cannabis sequestrata dai Carabinieri a Ruvo di Puglia, contenente un principio attivo superiore a quello consentito dalla legge

“Tutto sembrava in regola –fa sapere l’Ufficio Stampa del Comando dei Carabinieri di Bari– comprese le autorizzazioni, ma i militari operanti notavano che tra le piante essiccate vi erano infiorescenze sospette. Al fine di verificare il THC -principio attivo- di tali vegetali, i militari decidevano di avvalersi di una consulenza della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Bari che, in poco tempo, dava il suo responso. Effettivamente il THC di quelle piante era superiore al limite consentito dalla Legge, pertanto venivano sequestrate le infiorescenze essiccate del peso complessivo di 72 gr. e scattava l’arresto per il titolare dell’azienda M.F. di anni 43.

Lo stesso, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa di giudizio”.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami