Raccolta differenziata porta a porta, occhio ai controlli

Asipu e Polizia Locale verificheranno il corretto conferimento dei rifiuti sia presso i centri comunali di raccolta che presso le utenze domestiche e non della zona industriale

Raccolta differenziata porta a porta, occhio ai controlli
Raccolta differenziata porta a porta, occhio ai controlli

Sacchetti di immondizia abbandonati per strada, lasciati abusivamente nei cestini dei rifiuti, segni di inciviltà sempre più frequenti, a discapito di chi invece rispetta non solo orari e modi ma soprattutto l’ambiente e la città: l’Amministrazione Comunale, a seguito delle numerose segnalazioni di situazioni al limite dell’inciviltà, con sacchetti di immondizie abbandonati per strada e anche nei cestini portarifiuti, ha deciso di intensificare l’attività di controllo e di repressione del fenomeno.

Già in questi giorni, infatti, partiranno una serie di controlli più serrati sul corretto conferimento dei rifiuti da parte dell’utenza cittadina nell’ambito del sistema “porta a porta”: una decisione, scrivono da Palazzo di Città, che sottolinea ancora l’importanza che l’Amministrazione Comunale ha sempre dato al settore ambientale, e che ha portato ad importanti risultati riconosciuti a livello regionale.

Saranno controlli congiunti che verranno effettuati da personale ispettivo dell’Asipu Srl e dalla Polizia Locale, e che verranno effettuati seguendo questo elenco di luoghi e modalità:

  • Presso i Centri Comunali di Raccolta per verificare il corretto conferimento dei rifiuti in modo differenziato da parte delle utenze domestiche con particolare attenzione a quelle utenze che conferiscono e/o pretendono di conferire rifiuti in modo indifferenziato.
  • Presso le utenze non domestiche della Zona Industriale e Artigianale per verificare il rispetto degli orari e frequenze di raccolta, la corretta selezione dei rifiuti e la tipologia dei rifiuti conferiti.
  • Su tutto l’abitato per verificare il rispetto da parte di tutte le utenze delle regole di conferimento dei rifiuti con il sistema di raccolta porta a porta: conferimento dei rifiuti con esposizione del mastello, fascia oraria di conferimento, frequenza di raccolta, corretta selezione dei rifiuti in base al calendario di conferimento.

Nello stesso tempo partirà anche una nuova campagna informativa e di sensibilizzazione: «Non vogliamo reprimere nessuno – spiega il sindaco, Massimo Mazzilli – ma al contrario vogliamo rassicurare quanti conferiscono correttamente e si attengono alle regole, rispetto a coloro i quali vanno invece alla ricerca di “scorciatoie” o non si adeguano al nuovo sistema di raccolta che il Comune di Corato ha messo ormai da tempo a disposizione dei cittadini, e al quale devono tutti necessariemente adeguarsi per la salvaguardia dell’ambiente presente e futuro.

Quello che non possiamo permettere è che si disperdano i risultati eccellenti raggiunti che ci hanno portato ad essere annoverati tra i 38 Comuni Ricicloni della Puglia e soprattutto a confermare l’attenzione strategica che la nostra Amministrazione ha sul versante ambientale per il rispetto e la salvaguardia della salute dei cittadini di oggi e soprattutto delle generazioni che verranno».

Un impegno già condiviso e immediatamente preso in carico dal neo Assessore Pasquale Tarricone, al quale il sindaco ha attribuito le deleghe per Ambiente e Polizia Locale: «Raccolgo il testimone dell’impegno che questa Amministrazione Comunale ha avuto sulla questione della raccolta differenziata, lottando contro vecchie abitudini e anche contro l’inciviltà di alcuni, supportata però dal corretto comportamento della grande maggioranza della popolazione coratina, che nell’arco di tre anni ha fatto registrare numeri importanti nei risultati, facendo entrare Corato nella cerchia dei Comuni più virtuosi della Puglia nella gestione sostenibile dei rifiuti e per il fattivo impegno profuso per perfezionare la raccolta differenziata».

 

 

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami