Quei cani non sono maltrattati

Le immagini di quei cani dietro le sbarre avevano sollecitato l'attenzione del cronista

Cani maltrattati?
"Questi cani non sono maltrattati", rettificano le signore Ilaria Elisabetta Musci e Mariangela Muggeo

Le signore Ilaria Elisabetta Musci e Mariangela Muggeo scrivono allo “Stradone” chiedendo di rettificare quanto scritto nell’articolo dal titolo “Cani maltrattati dietro le sbarre – Accade a Corato in zona Cirasella”.
“Infatti -lamentano- è destituito di ogni fondamento il seguente passaggio del citato brano giornalistico: “Cani chiusi in un locale con sbarre arrugginite, e escrementi lasciati nella ‘cuccia’ a stazionare per giorni”, nonché lo stesso titolo diffamatorio ed in contrasto con la realtà. Trattasi, invero, di tre cani regolarmente dotati di micro-chip, sottoposti a visite periodiche ed ai prescritti trattamenti vaccinali, in ottime condizioni di nutrizione e salute.
Il giornalista firmatario dell’articolo dà come certe le informazioni divulgate, senza una preventiva verifica della veridicità delle informazioni in suo possesso e senza aver preventivamente contattato le sottoscritte. Infatti, contattando preventivamente le scriventi si sarebbe potuta accertare la veridicità dei fatti e l’assenza di qualsivoglia forma di maltrattamento”.

Accogliamo la richiesta delle due gentili signore con la promessa di approfondire la notizia con la loro collaborazione.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami