Può un cittadino di Corato essere preso in giro ed ignorato a tal punto?

La lettera di un cittadino di Corato deluso dalla mancata risposta alla sua richiesta, effettuata prima ai Servizi sociali e poi direttamente al sindaco

Può un cittadino di Corato essere preso in giro ed ignorato a tal punto?
Politiche-servizi-sociali - foto di repertorio

Una tematica sollevata da più di un cittadino di Corato e affrontata numerose volte anche in Consiglio comunale è la carenza di personale negli uffici del Comune. Ad ammetterlo anche i consiglieri di maggioranza e il sindaco Massimo Mazzilli che lamenta a tal proposito le lungaggini burocratiche e l’impossibilità di bandire nessun concorso senza aver espletato le procedure di mobilità.

Forse in virtù di tale situazione, il sindaco – che ha assicurato di aver avviato le procedure per assumere a tempo indeterminato 14 persone in quattro diversi settori e per quanto riguarda i Servizi Sociali di aver completato l’iter per dotare il Comune di altri due assisenti sociali – spesso, cerca di rispondere in prima persona alle richieste dei cittadini.

Questa è la storia di un cittadino di Corato che, non avendo ricevuto risposta dagli uffici competenti, si è rivolto ed è stato ricevuto dal sindaco. Ma nonostante le promesse e rassicurazioni iniziali nessuna risposta, dopo ben 5 mesi, è giunta alla sua richiesta.

Come mai?

Non vogliamo entrare nel merito, ma come giornale diamo voce ai cittadini e riportiamo di seguito la lettera che il sig. Michele De Palo ci ha scritto.

Omettiamo i dettagli per motivi di privacy e rispetto delle problematiche personali, e ci auguriamo che presto il sig. De Palo possa ricevere la tanto sospirata risposta anche se dovesse risultare negativa nei confronti della sua richiesta.

“Gentilissima redazione

Vi chiedo di pubblicare sul vostro sito ciò che mi è accaduto recentemente e che, a mio modo di vedere, dimostra la mancanza di educazione e rispetto da parte della macchina amministrativa nei confronti dei cittadini.

A fine Marzo 2018 sono stato ricevuto dal sindaco per un problema inerente l’attivita dei servizi sociali. Sono genitore di un disabile e, non avendo ricevuto risposta dagli uffici competenti, mi sono rivolto (dietro appuntamento fissato regolarmente) al sindaco, il quale  mi promise che in quattro o cinque giorni mi avrebbe dato una risposta.  Dopo due mesi ci incontrammo e mi disse che si stava interessando. Trascorso altro tempo, circa un mese fa ho protocollato una lettera alla quale tuttora non ho ricevuto alcuna risposta. Mi chiedo se questo è rispetto ed educazione nei confronti dei cittadini? Può un cittadino di Corato essere preso in giro ed ignorato a tal punto? Cosa deve fare un genitore per essere ascoltato o a chi dovrei rivolgermi per un diritto che forse mi spetta?”

 

 

 

 

 

Lascia un commento

1 Comment on "Può un cittadino di Corato essere preso in giro ed ignorato a tal punto?"

avatar
  Subscribe  
Notificami
Carlo Tafuni
Ospite

Sì le amministrazioni comunali a noi cittadini non ci pensano proprio, pensano solo a i fatti loro..