Processi pilotati, arrestato anche un poliziotto coratino

In carcere Antonio Savasta e Michele Nardi, all'epoca dei fatti in servizio alla Procura di Trani, e l'ispettore Vincenzo Di Chiaro del Commissariato di Corato

Processi pilotati, arrestato anche un poliziotto coratino
Processi pilotati, arrestato anche un poliziotto coratino

Anche un ispettore di polizia in servizio al Commissariato di Corato, Vincenzo Di Chiaro, tra gli arrestati nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Lecce sui presunti processi pilotati con tangenti, che vede coinvolti l’ex sostituto procuratore di Trani, Antonio Savasta, e l’ex Gip di Trani, Michele Nardi, attualmente giudice e sostituto procuratore a Roma.

Aggiustavano processi e indagini in cambio di denaro. Sulla base di queste accuse sono finiti in carcere i due magistrati nonché l’ ispettore di Polizia.

Tra le misure disposte dal gip – eseguite nella mattinata in tutta Italia – anche il temporaneo divieto dell’esercizio della professione per un’avvocatessa barese, Simona Cuomo, e uno tranese, Ruggiero Sfrecola, entrambi interessati per un anno dalla misura interdittiva.

Nello specifico le accuse per Nardi, Savasta, Di Chiaro e Cuomo sono di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione in atti giudiziari, falso ideologico e materiale, per l’avvocato Sfrecola e l’imprenditore barlettano D’Agostino sono di concorso in corruzione, e altri indagati rispondono di millantato credito e calunnia.

L’inchiesta sui processi pilotati è stata condotta dai carabinieri e coordinata dal procuratore della Repubblica di Lecce, Leonardo Leone de Castris e dalla collega Roberta Lucci. L’ordinanza è stata firmata dal gip Giovanni Gallo.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami