Primarie PD, il partito ringrazia gli elettori

"Ai candidati o esponenti di forze politiche chiediamo pubblicamente di sgombrare il campo da veti e personalismi che non giovano alla costruzione di progettualità ambiziose per la nostra città"

Primarie PD, il partito ringrazia gli elettori

 

Il PD, Partito Democratico di Corato, ringrazia le coratine e i coratini che hanno partecipato “in maniera libera, consapevole e appassionata alle primarie del 3 marzo”.

“Grazie a loro – si legge in una nota – il PD e il centrosinistra si ripropongono come forze politiche centrali all’interno del panorama politico nazionale. Ad un anno dalle elezioni del 4 marzo i cittadini di centrosinistra hanno dato un segno importante: c’è voglia di avere una forza alternativa in grado di proporre ed attuare politiche in antitesi con quelle del Governo in grado, per ora, di instillare nelle persone paure per potervi speculare.

I problemi del nostro Paese sono tanti, complessi e in grado di animare dibattiti articolati ma non possono essere governati con slogan, paura del futuro e politiche sfasciste. Il segnale dato al Governo è forte. C’è un’alternativa, un’opposizione politica e sociale forte. Al Partito Democratico, al nostro Partito, il compito di organizzarla, di coinvolgere intelligenze ed energie, di aprire dibattiti, di dare speranza.

In questo senso sappiamo che il dato della partecipazione, soprattutto di quella, non può ancora vederci soddisfatti a pieno ma ci sentiamo di poter rivolgere il nostro impegno affinché il popolo di centrosinistra si senta sempre più coinvolto per archiviare definitivamente questa fallimentare stagione di Governo e aprirne una nuova all’insegna del progresso, del rispetto per le persone e dei diritti e doveri per tutti.

È proprio la necessità di riorganizzare il campo largo delle forze progressiste che orienta il nostro impegno anche per la Città di Corato. Archiviata l’ennesima negativa amministrazione di centrodestra assistiamo a un continuo mutamento di “insegne” senza la proposta di uno straccio di programma, di una visione generale del futuro della nostra Città. Chi fino a ieri era organico al sistema di centrodestra che ha governato Corato oggi si riscopre “civico” o “centrista”, crede di prendere in giro le persone, fingendosi protagonista di una stagione nuova. Non sarete voi a dare la svolta a Corato!

Nella nostra visione, il centrosinistra deve, se realmente interessato ad essere un soggetto promotore della svolta politica, culturale ed economica della Città, aprirsi a tutte le forze animate da una autentica passione civica e che condividono idee, finalità e metodi.

Si fa spesso ricorso alla formula “anteporremo il noi all’io” ma noi sappiamo che le idee camminano sulle gambe degli uomini e delle donne, ognuno animato da idee e ambizioni.

Perciò agli stessi, candidati o esponenti di forze politiche, chiediamo pubblicamente di sgombrare il campo da veti e personalismi che non giovano alla costruzione di progettualità ambiziose per la nostra Città. Chiediamo di compiere, insieme, lo sforzo comune di apertura e condivisione perché il centrosinistra trovi una composizione, aperta alle forze civiche, attenta alle problematiche concrete della Città, in grado di proporre meccanismi di Governo trasparenti ed efficienti. Dobbiamo lavorare fianco a fianco ognuno secondo ruoli e competenze, l’impegno è gravoso e solo uniti possiamo farcela”.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami