Primarie del centrodestra, videointervista ai candidati

D'Introno e Menduni si descrivono brevemente motivando il perché la scelta degli elettori dovrebbe ricadere su uno piuttosto che sull'altro

Primarie del centrodestra, videointervista ai candidati
Primarie del centrodestra, videointervista ai candidati

A tre giorni dalle primarie del centrodestra di Corato, LO STRADONE ha intervistato i due candidati: Pasquale D’Introno e Luigi Menduni.

Uno di loro concorrerà, insieme agli altri candidati sindaci, al governo della città di Corato, commissariata dallo scorso mese di ottobre.

In vista delle amministrative che si svolgeranno domenica 26 maggio, in tanti stanno scendendo in campo. C’è chi ha incominciato sin da subito a seminare per una campagna elettorale che si prevede intensa, con temi caldi ma dibattuti con toni, almeno fino ad ora, piuttosto pacati; c’è invece chi, pur “lavorando”, non si è ancora fatto avanti.

Da giorni si vociferano nomi che non hanno ancora trovato conferme ufficiali.

Al di là delle liste civiche e dei partiti che stanno cercando collocazione, va detto che per questa tornata elettorale tra le file del centrosinistra non si è riuscito a trovare l’accordo per esprimere un unico candidato, nonostante i diversi appelli all’unità.

Invece, il centrodestra cittadino andrà alle consultazioni quasi del tutto unito. Dalla coalizione resta fuori, infatti, solo il Movimento per la Sovranità Nazionale.

Inoltre, a decidere il candidato sindaco della coalizione di centrodestra saranno i cittadini con le primarie, volute fortemente soprattutto dalla Lega, stando a quanto dichiarato dal segretario provinciale Enrico Balducci.

Primarie che costituiscono una novità per il centrodestra e che a Corato, come ha dichiarato Ninni Gemmato, potrebbero replicare il successo registrato nei capoluoghi pugliesi dove si stanno attuando.

I due candidati alle primarie del centrodestra, sono Pasquale D’Introno, sostenuto da Direzione Italia, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Idea, e Luigi Menduni espressione della Lega.

Abbiamo chiesto loro di descriversi brevemente e di motivare il perché la scelta degli elettori domenica prossima dovrebbe ricadere su uno piuttosto che sull’altro.

Queste le parole del candidato Pasquale D’Introno:

Di seguito, invece, le motivazioni del candidato Luigi Menduni:

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami