Presentata la nuova stagione Teatro Pubblico Pugliese. Gli spettacoli e la vendita degli abbonamenti

La stagione partirà l'11 dicembre . Annullato lo spettacolo di Tony Hadley

teatro pubblico pugliese corato
Presentata la nuova stagione teatrale 2019- 2020

È stata presentata ufficialmente ieri, in una conferenza stampa, la nuova stagione teatrale in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese.

Dieci gli spettacoli in programma, che partirà l’11 dicembre e vedrà salire sul palco due dame del teatro, del cinema e della tv, Isa Danieli e Giuliana De Sio con Le Signorine: una commedia che sa sfruttare abilmente la comicità che si cela dietro al tragico quotidiano, che trasformano i litigi e le miserie delle due sorelle in occasioni continue di gag e di risate.

Il 14 dicembre, a sostituzione dello spettacolo di Tony Hadley che non terrà concerti in Italia, andrà in scena Antonella Ruggiero con Cosimo Damiano Damato in Elettroshock – recital per Alda Merini, un omaggio alla grande poetessa dei Navigli in un viaggio attraverso monologhi, aneddoti e versi per lo più inediti. Si prosegue il 29 dicembre con il maestro Aldo Caputo in concerto.

Dopo la pausa natalizia la stagione riprende il 14 gennaio con Lello Arena, perfetto erede di quella maschera tra le maschere che appartiene a Eduardo Scarpetta e ai suoi epigoni in Miseria e Nobiltà, per la regia di Luciano Melchionna. Un’opera comica per anime compatibili con la risata, in attesa del miracolo. “E cos’è il teatro se non il luogodove il miracolo può manifestarsi?” Tutto vive di nuovo e chissà che il sogno presto diventi realtà.

Il 28 gennaio andrà in scena la celebre operetta La vedova allegra musicata da F. Lehar, e ambientata a Parigi nell’Ambasciata del Pontevedro. Subito dopo, il 13 febbraio, il pubblico di Corato potrà assistere alla nuova performance di e con Vittorio Sgarbi dedicata a Raffaello genio di cui nel 2020 ricorrono le celebrazioni dal cinquecentenario della scomparsa, e con cui attraverso questo spettacolare “Raffaello” viene anticipato un tributo a ciò che sarà istituzionalmente.

Il 20 febbraio saranno Rossella Brescia e Tosca D’Aquino insieme a Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo a calcare il palco del Teatro Comunale con il loro Belle Ripiene: grande e allegra cucina, un esilerante spaccato di vita femminile tra risate, pensieri e grandi amori in cui i protagonisti del racconto sono il cibo e gli uomini, croce e delizia delle vite delle quattro amiche in scena.

Si cambia registro il 7 marzo con Mozartangosuite della compagnia AltraDanza in cui si susseguono quadri di danza che fondano insieme le sinuosità voluttuose del tango di Piazzolla e la genialità musicale di Mozart. Ardenti passi a due, coinvolgenti momenti di gruppo e assoli per raccontare l’eterno e mutevole universo dell’amore.

Lella Costa sarà la protagonista di Se non posso ballare… il 3 aprile con cui l’attrice milanese porta in scena una dopo l’altra Maiy Anderson, inventrice del tergicristallo; Lillian Gilbreth, della pattumiera a pedale; Maria Telkes e l’architetto Eleonor Raymond dei pannelli solari. Entrano in gruppo, scambiandosi idee geniali per migliorare il vivere quotidiano. Ci sono Marie Curie, nobel per la fisica, e Olympe De Gouge che scrisse la Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina. Tina Anselmi, primo ministro della Repubblica Italiana, e Tina Modotti, la fotografa guerrigliera. Si aggirano come fossero, finalmente, felici tutte, per dirla con Elsa Morante che è il loro. E ballano.

Ultimo appuntamento in cartellone è con Il Bruto – appunti per MM Kabarett con Elena Cotugno e il Teatro dei Borgia, il 18 aprile. Un progetto che si propone di indagare sull’uomo e sull’Italia di oggi attraverso la lente d’ingrandimento della sua storia e di compiere quest’ indagine nel teatro e con i mezzi del teatro. L’Italia – è questa l’ipotesi di partenza – non ha mai metabolizzato del tutto il suo passato fascista. Per quanto il fenomeno sia stato approfondito da storici e intellettuali, esso resta per grande parte degli italiani confinato nell’ambito del tabù.

VENDITA DEI BIGLIETTI E DEGLI ABBONAMENTI

ABBONAMENTO FULL

9 Spettacoli: 6 Prosa + 1 Danza + 1 Musica + 1 Operetta

La tessera di abbonamento non è personale e dovrà essere esibita quale titolo d’ingresso al personale di sala.

Gli abbonamenti ridotti saranno concessi ai giovani fino ai 25 anni, alle persone di oltre 65 anni e ai dipendenti militari e civili dell’Esercito Italiano Puglia e Capitanerie di Porto Puglia.

I biglietti ridotti saranno concessi esclusivamente ai giovani fino ai 25 anni, alle persone di oltre 65 anni, ai giornalisti iscritti all’ODG Puglia, ai possessori di Carta Più Ka Feltrinelli, ai dipendenti militari e civili dell’Esercito Italiano Puglia e Capitanerie di Porto Puglia, ai soci Touring Club Italiano, agli associati FITA Puglia, ai soci FAI.

Speciale Danza: per lo spettacolo di danza sono disponibili posti in platea e palchi I ordine per gruppi (di almeno 5 persone) proveniente di scuole di danza prezzo speciali a 15€.

Speciale Musica: per lo spettacolo di Musica sono previsti biglietti Under 35 a €15 per posti disponibili in platea e palchi I ordine.

I biglietti Last Minute saranno in vendita presso il botteghino del teatro un’ora prima del sipario per gli ordini di posti disponibili.

Abbonamenti e biglietti saranno in vendita presso il botteghino del Teatro Comunale di Corato (Piazza Marconi – 080.9592281) dal mercoledì alla domenica dalle ore 17.30 alle 20.30.
Campagna Abbonamenti dal 13 al 17 novembre; dal 20 al 24 novembre e dal 27 novembre al 1 dicembre dalle 17.30 alle 20.30.
Conclusa la campagna abbonamenti, saranno messi in vendita i biglietti degli spettacoli dell’intera stagione teatrale.

Orario delle rappresentazioni
Giorni feriali Porta ore 20.30 – sipario ore 21.00
Giorni festivi Porta 18.30 – sipario ore 19.00

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami