Premio “Le Torri di Corato” 2019: boom di apprezzamenti – Le foto

Per il 40° anniversario de LO STRADONE fondato dal compianto padre Emilio D'Angelo, premiati quattro talenti dalle carriere straordinarie. Sul palco del Teatro Comunale, gremito di spettatori che non hanno mancato di esprimere vivo entusiasmo con applausi spontanei, anche la magnifica squadra di redazione

Premio
© Giuseppe Di Tacchio

Per il sesto anno consecutivo, l’Associazione Lo Stradone Editrice ha rinnovato l’ormai consolidato ed atteso appuntamento della città con il Premio Le Torri di Corato conferito a quattro illustri concittadini, abbinando le solenni celebrazioni relative al 40° anniversario della storica testata giornalistica, fondata e diretta dal compianto padre Emilio D’Angelo, custode della storia coratina più recente e importante fattore di crescita culturale e sociale della nostra città.

La 6^ edizione, tenutasi sabato 6 aprile presso il Teatro Comunale di Corato, si è confermata ancor più gradita al pubblico di quelle precedenti. Affollando platea e i due ordini di palchi gli spettatori non hanno mancato di esprimere vivo entusiasmo con sinceri apprezzamenti e ripetuti applausi spontanei e acquistato le cartoline ricordo con su impressi l’immagine della prima pagina del primo numero de LO STRADONE ed il timbro dell’annullo filatelico.

Ottenuto da Poste Italiane, l’idea si è concretizzata grazie alla sollecitudine con cui si è mosso un altro nostro coratino eccellente, il giornalista dott. Augusto Ferrara, esperto di filatelia e numismatica, nonchè direttore del periodico “L’informatore del collezionista” edito a Pescara, presente in platea dopo anni di assenza da Corato con parte della sua famiglia.

Le note della celebre “Preludio e Allegro nello stile di Pugnani” di Fritz Kreisler, interpretata dal giovanissimo violinista Stefano Costantino Coccia, accompagnato dal pianista M° Emanuele Petruzzella, hanno dato il via alla prima parte della serata.

Condotta, come di consueto, dal direttore responsabile de Lo Stradone Marina Labartino, ha visto avvicendarsi sul palco del teatro comunale Piero Ricci, presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia, il dott. Giuseppe Loiodice, il rag. Corrado De Robertis, presidente dell’associazione LostradoneEditrice, e i collaboratori di redazione, gruppo composto dai giornalisti Francesca Maria Testini, Elisabetta Di Zanni, Tiziana Di Gravina, Roberto Ferrante, Mariangela Azzariti, Angela Iannone, Alessia De Lucia, Nico Como, dal grafico Annalisa Mazzilli, dalla segretaria Tonia Soldano e dal jolly Natale Tedone.

I quattro stimati professionisti, premiati per la loro eccellente carriera che li ha portati ad affermarsi sul piano nazionale ed internazionale sono stati: Francesca Romana Grati, biologa, genetista clinico e dottore in patologia umana ed ereditaria; Paola Maria Anelli, vice capo redattore RAI, mezzobusto di spicco del TG3 nazionale edizione delle 12,00; Fabrizio D’Oria, direttore Comunicazione & Eventi della Vela Spa di Venezia; Cataldo Giuseppe Piccarreta, socio dello studio forense Latham & Watkins.

L’evento è stato allietato anche dalla magistrale interpretazione del soprano Francesca Copertino che ha interpretato i brani “Una voce poco fa”, tratto da “Il barbiere di Siviglia” e “Habanera”, tratto dalla “Carmen” di Bizet,  accompagnata al pianoforte dal M° Emanuele Petruzzella, mentre il duo composto dai fratelli Naima e Gamal Hassan, esperti di danza orientale e folklore egiziano, tra musiche e coreografie suggestive, arricchite da lustrini, piume e ali da sogno, ha conquistato gli spettatori nella seconda parte, conclusasi con l’esibizione del cantautore Luca Tedone, in arte Luka Sensi, il quale ha presentato il suo primo lavoro inedito “Circolo vizioso” con i brani “Che effetto fa” e “Scusa”.

Il racconto completo della serata sarà pubblicato su Lo Stradone di Aprile, tra pochi giorni in edicola.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami