Pozzuoli batte Adriatica Industriale per 88-69

Blackout dei neroverdi sul finire del primo tempo

Seconda sconfitta consecutiva in trasferta dell’Adriatica Industriale Basket Corato, che nell’anticipo della quinta giornata, cede a Pozzuoli per 88-69. All’avvio da incubo, gli uomini di Gesmundo hanno ben reagito tra il primo ed il secondo quarto. Poi il blackout sul finire del primo tempo e i campani allungano e portano a casa una vittoria meritata. 

Grilli da tre punti apre le danze, ma è un’illusione: Tomasello e Picarelli griffano l’11-0 di parziale. Che è una giornata storta lo si vede dalle prime battute, spesso tiri aperti vengono sputati dal ferro, il solo Grilli con sei punti di fila prova a rintuzzare i suoi, ma il gap è già pesante, 21-9 al 7′. All’improvviso però i viaggianti si accendono:due triple di Serroni rimettono in corsa i neroverdi, Brunetti dalla lunetta fa 22-17 al 9′, Savoldelli e Idiaru firmano il 26-20. 

Altra intensità difensiva al rientro in campo, la tripla di Grilli e Pisoni riportano Corato sotto (28-26 al 13′),ma gli errori dalla lunetta iniziano però a pesare (alla fine sarà 14/27). Poi la sliding door del match: Corato fallisce un comodo lay up, dall’altra parte Bordi fa +6 (35-29 al 16′). Marchini e Nacca allargano la forbice, i neroverdi falliscono l’impossibile e Pozzuoli dilaga (42-29 al 18′) . I puteolani sembrano aver ripreso il ritmo dei primi minuti, il primo tempo si chiude con la tripla sulla sirena di Savoldelli per il 49-33.

Parte meglio Corato dai blocchi con uno 3-6 di parziale che lascia ben sperare (52-39 al 23′). Yabre e Stella, nel primo tempo un po’ spenti, trascinano la squadra fino al 54-43 del 25′. Serroni risponde a Savoldelli. I neroverdi sono mentalmente nel match ma non riescono a rosicchiare terreno, il tecnico fischiato a Idiaru porta Pozzuoli sul 61-47 al 27′. Savoldelli ancora con una bomba sembra mettere la pietra tombale sul match 66-48 al 29′. La penetrazione di Grilli chiude il quarto sul 69-50.

Pisoni da una parte, Savoldelli dall’altra aprono l’ultimo periodo, ma le distanze non cambiano. Stella con un arresto e tiro specialità della casa illude il nutrito pubblico ospite, Tredici con un 3+1 la richiude. La tripla di Serroni e Brunetti provano a tenere a galla i viaggianti, ma le medie dei padroni di casa rasentano la perfezione (80-64 al 36′). Gli ultimi minuti sono di classico garbage time: Pozzuoli batte Corato 88-69.

Partita stregata dai primissimi minuti per i neroverdi, che hanno inseguito per quasi tutti i 40’. Una giornata storta per tutti i dieci in campo coratini in campo, che ora avranno modo di rifarsi davanti al pubblico amico. Ora un giorno di riposo e poi testa e gambe su Corato-Ruvo, una delle partite più attese da ambo le tifoserie, importante per ritrovare immediatamente i due punti.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami