Pizzaiolo o pistolero?

Trani. Il Questore ordina la chiusura di una pizzeria

A Trani pizzaiolo pistolero

Solo 15 giorni di chiusura, ma il titolare della pizzeria di via Statuti Marittimi a Trani, c’è da crederci, ci penserà due volte la prossima volta a scacciare con la pistola in pugno un gruppetto di ragazzini schiamazzanti.

Lo ha deciso il Questore di Bari disponendo la chiusura della pizzeria per la spropositata reazione del proprietario nei confronti di un gruppo di disturbatori della quiete pubblica.

I fatti. Per tutelare il sacrosanto diritto degli avventori della sua pizzeria che si lamentavano del fracasso proveniente dall’esterno e causato dallo scoppio di petardi, il titolare ha deciso di intervenire personalmente: è uscito dal locale e ha estratto una pistola con cui ha minacciato tre minorenni autori del lancio dei petardi. Chiamati sul luogo da chi ha temuto potesse accadere il peggio, i Carabinieri di Trani hanno identificato il titolare dell’esercizio commerciale e lo hanno arrestato per minacce e detenzione di arma da fuoco clandestina. Perquisendo la pizzeria i Carabinieri hanno anche rinvenuto l’arma utilizzata, pronta a fare fuoco, 9 cartucce calibro 7.65 e sette grammi e mezzo di marijuana.

Il Questore ha giudicato che “la condotta del reo ha pregiudicato la pubblica incolumità ed ha creato allarme sociale”, per cui “si è resa necessaria l’adozione di un provvedimento urgente, di natura cautelare, con finalità di prevenzione rispetto ai pericoli che possono minacciare l’ordine e la sicurezza pubblica”.

Le attività dell’esercizio commerciale sono state perciò sospese e il locale dovrà restare chiuso al pubblico per 15 giorni.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami