Per la NMC stop a Rutigliano

Un brutto secondo quarto compromette la gara. Nuovo infortunio per Aldo Gatta

Per la NMC stop a Rutigliano

Non riesce il colpo esterno alla NMC che, nella sedicesima giornata del campionato di serie D, girone A, è uscita dal Tensostatico di Rutigliano sconfitta per 66 – 58. Non è bastato il cuore questa volta, che pure è stato tanto, l’Olympia si è dimostrata essere più ostica del previsto.

La sconfitta è nata fondamentalmente a causa di un black-out avuto nel secondo quarto – in cui sono stati realizzati appena 10 punti, di cui 4 solo nelle ultimissime fasi – che ha mandato le squadre al riposo con la NMC sotto di 15 punti. A nulla sono serviti tutti gli sforzi dei restanti venti minuti, i padroni di casa, seppur con molte difficoltà, sono riusciti a contenere le incursioni coratine tenendosi sempre quei 3-5 punti di vantaggio. In più, proprio sul finale di gara, la guardia Aldo Gatta si è nuovamente infortunato a una caviglia. Si attendono i prossimi giorni per stabilire l’entità del danno.

Per la palla a due coach Cadeo ha optato per Claudio Gatta in cabina di regia, supportato da Aldo Gatta e capitan Di Bartolomeo come esterni. Nel pitturato l’inglese volante Jay Jarrett e Mazzilli come centro. Di fatto, sono proprio i coratini ad avere l’inizio migliore e nei primi cinque minuti sembrano padroni del campo. Ma quel 7 – 14 si assottiglia sempre di più nel corso della seconda parte del periodo e Rutigliano prima impatta e poi sorpassa. Al decimo il punteggio è di 21 – 20.

Alla ripresa del gioco è accaduto l’inspiegabile. La NMC non è riuscita a concretizzare le azioni di attacco. Fretta, imprecisione e nervosismo hanno caratterizzato quasi l’intera frazione. Di contro l’Olympia ha fatto tesoro degli errori ospiti spingendosi sempre più in là con il punteggio. Si è arrivati a stare sotto anche di 19 punti. Nel finale, però, Di Bartolomeo ha deciso di suonare la carica per i suoi e, grazie al suo personalissimo parzialino di 0 – 4, si è andati al riposo lungo sul 45 – 30.

Tornata sul parquet, la NMC è apparsa come un’altra squadra. Nelle primissime battute i Gatta fanno in scioltezza uno 0 – 6 che riaccende tutta la compagine. Lo svantaggio viene dimezzato ma mai annullato. Nel finale, infatti, i padroni di casa rimettono di nuovo sette lunghezze di vantaggio che consentirà loro di iniziare l’ultimo quarto partendo da 56 – 49.

Al rientro dall’ultimo mini break entrambe le squadre sono apparse nervose e un po’ contratte. Ciò ha portato a tanti errori da ambo le parti ma con la NMC che è arrivata a toccare il -3. A questo punto la partita è diventata una gara a chi sbagliava di meno. Rutigliano ha saputo sfruttare i giri in lunetta concessi dagli ospiti e, alla fine dei quaranta minuti, il segnapunti diceva 66 – 58.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami