Pasquale Tarantini, primario al Mater Dei di Bari

Dopo 27 anni di carriera nel campo della chirurgia generale presso gli ospedali di Corato, Bisceglie, Molfetta ed Andria, giunge la meritata nomina nella clinica privata convenzionata più grande della provincia di Bari

Pasquale Tarantini, primario al Mater Dei di Bari
Pasquale Tarantini, primario al Mater Dei di Bari

Il dott. Pasquale Tarantini, specialista in chirurgia generale, a partire da oggi 1° febbraio 2019, è in servizio come primario del reparto chirurgia della clinica privata convenzionata Mater Dei di Bari, il più grande ospedale del capoluogo di regione, secondo solo al Policlinico per numero di posti letto.

Dotato di Pronto Soccorso e di tutte le specialità chirurgiche internistiche necessarie a venire incontro ai bisogni dei pazienti, la struttura, fiore all’occhiello della sanità pugliese, si avvarrà della riconosciuta competenza di un professionista di lungo corso, figlio del noto e compianto chirurgo coratino Alfredo Tarantini, storico primario dell’ospedale di Corato dal 31 luglio 1953 al 1993.

Come il padre, oltre agli indiscussi meriti professionali, nel dott. Pasquale Tarantini si incarnano doti di grande spessore umano: modestia, precisione, pazienza, affabilità.

La nomina a primario è dunque il coronamento di un percorso che inizia 27 anni prima nell’ospedale “Umberto I” di Corato al fianco del padre per due anni e dove ha operato fino al 2003.

Dopodiché passa come aiuto chirurgo nel nosocomio “Don Tonino Bello” di Molfetta fino al 2004, da tale anno fino al 2005 è al “Vittorio Emanuele II” di Bisceglie.

Dal 2006 al 2010 ritorna a Molfetta e per nove anni, esercita la professione al “Bonomo” di Andria dove ha assunto anche il ruolo di responsabile del reparto chirurgia.

Al Mater Dei il dott. Tarantini sarà il primario dell’U.O. di chirurgia e si occuperà di chirurgia generale, d’urgenza e oncologica. Tra le innovazioni di sua competenza: la tecnica laparoscopica che consente di eseguire gli interventi non più attraverso grandi tagli, bensì piccole incisioni che permettono una ripresa dell’organismo migliore e più veloce.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami