PalaLosito chiuso, i tifosi del Basket Corato scrivono al Commissario

Dopo la richiesta di chiarimenti da parte della Nuova Matteotti Corato, per i disagi legati alla chiusura del PalaLosito, anche i seguaci dell'Adriatica Industriale fannno sentire la loro voce

PalaLosito chiuso, i tifosi del Basket Corato scrivono al Commissario
PalaLosito chiuso, i tifosi del Basket Corato scrivono al Commissario

Riceviamo e pubblichiamo una lettera a firma del tifosi del Basket Corato indirizzata al Commissario prefettizio riguardo all’utilizzo del PalaLosito

Illustrissimo Commissario Straordinario Prefettizio Dott.ssa Rosanna Riflesso,

con la presente lettera intendiamo denunciare apertamente la grave e nota situazione del Palazzetto dello Sport di Corato.

Come perfettamente di Sua conoscenza, dal 19 novembre 2018 il Palazzetto dello Sport di Corato è stato chiuso per “l’inizio del lavori per l’adeguamento dell’impianto antincendio”.

Le domande che vorremmo porLe sono le seguenti: Lei si è mai recata personalmente presso la struttura? È a conoscenza che oggi, 27 novembre 2018, presso la struttura non è iniziato alcun lavoro?

È a conoscenza che per una settimana la nostra amatissima prima squadra di serie B è stata costretta ad allenarsi in orari improponibili (dalle 13.30 alle 15.30) presso il Palazzetto di Ruvo con conseguente onerosi esborsi da parte della società?

È a conoscenza che i nostri beniamini saranno costretti a giocare la prossima partita in casa a Ruvo? Lei percepisce quanto è importante il campionato di Serie B, terzo campionato nazionale?

Lei è a conoscenza che la nostra squadra è neopromossa e deve raggiungere al primo anno di Serie B una tranquilla salvezza? E sa anche che la salvezza si costruisce nelle proprie mura, nel proprio palazzetto con l’appoggio del nostro caloroso pubblico?

A scriverLe è un gruppo di tifosi che rappresenta gli oltre 800 coratini che la domenica riempiono il nostro PalaLosito e gli oltre 100 coratini che ogni domenica percorrono migliaia di chilometri per portare alto, in giro per l’Italia, il nome di Corato.

Noi tutti teniamo tantissimo alla sicurezza di squadra e pubblico, e sappiamo che Lei sta lavorando per garantirla. Però ci sembra che non si stia tenendo conto dei danni cagionati alla nostra amatissima società, ci sembra che chi sta dirigendo i lavori non si sia reso conto di quanto è stato dannoso tenere senza alcuna motivazione chiusa la struttura per una settimana senza che alcun lavoro fosse eseguito.

Chiediamo maggiore Sua attenzione all’argomento, chiediamo che questo INCUBO finisca il prima possibile e che per la prossima partita in casa (16/12/2018) sia tornato tutto alla normalità.

Più volte ci stavamo organizzando per proteste pacifiche presso il Comune di Corato, per far sentire la nostra voce; più volte è intervenuta la società chiedendoci di temporeggiare perché tutto era in via di risoluzione.

Però adesso basta; ci sentiamo presi in giro in qualità di sostenitori della prima squadra di Corato.

Ha pensato a quegli appassionati che, non avendo un mezzo per raggiungere la seppur vicina Ruvo, hanno pagato un abbonamento e non potranno godere del loro spettacolo? Le chiediamo: queste persone dovranno chiedere un rimborso al Comune di Corato, visto che la società è più danneggiata di noi?

Certi della Sua attenzione, chiediamo a gran voce ed in maniera pacifica di rendersi conto in prima persona della grave situazione e dell’immobilismo che regna.

Chiediamo a gran voce di poter dimenticare questo incubo il prima possibile!

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami