Ortopedia di Corato: licenziato in tronco

Licenziato senza preavviso un medico in forza all'ospedale di Corato. Sarà emergenza per il sottodimensionamento del personale nel Reparto di Ortopedia?

Licenziato medico all'ospedale di Corato
L'Ospedale di Corato

Licenziato in tronco, cioè senza preavviso: è accaduto qualche giorno fa a un medico dell’ospedale di Corato, reparto Ortopedia. La gravissima sanzione disciplinare è stata applicata nei suoi confronti dal Direttore Generale della Azienda Sanitaria Locale della provincia di Bari, Antonio Sanguedolce, in data 22 luglio. La decisione è giunta dopo l’istruttoria condotta dalla direzione dell’Area Gestione delle risorse umane e della deliberazione della Commissione dell’Ufficio Procedimenti Disciplinari che il giorno 8 luglio ha deciso all’ “unanimità” l’applicazione della sanzione del licenziamento per violazione del codice disciplinare.

Il medico in questione, identificato nella deliberazione del Direttore Generale con le iniziali che non riportiamo, si sarebbe reso colpevole di “gravi fatti illeciti di rilevanza penale” , di cui all’articolo 8, comma 11, punto 2, lettera b) -dove si determina la condizione dell’applicazione della sanzione “senza preavviso”- del Contratto Nazionale di lavoro integrativo per il personale dirigenziale medico e veterinario, risalente al 2010.

Il medico avrebbe tenuto comportamenti tanto gravi da far ritenere agli organi dirigenziali e di controllo della ASL doverosa e necessaria la misura del licenziamento senza preavviso.

Fin qui una vicenda che ne richiama altre, all’ordine del giorno della cronaca nazionale, rispetto alle quali l’ASL della provincia di Bari va encomiata per la capacità di intervento in una situazione di grande difficoltà, posta in essere senza attendere -come spesso accade in altre realtà- le risultanze delle eventuali indagini della Magistratura.

Per l’Ospedale di Corato sembra aprirsi tuttavia il problema di una emergenza nel Reparto di Ortopedia che, composto di quattro unità mediche, si ritroverebbe ora a dover fare affidamento soltanto su 2 unità perché una è in ferie e un’altra è stata licenziata in tronco. È probabile che la Direzione Generale dell’Azienda sanitaria abbia provveduto a risolvere almeno temporaneamente il problema.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami