Non raccolgono le deiezioni canine, identificati dalla Polizia Locale

Accertate anche irregolarità sulla mancata iscrizione all’anagrafe canina e assenza del microchip previsto dalla legge: 11 le violazioni riscontrate

Non raccolgono le deiezioni canine, identificati dalla Polizia Locale
Non raccolgono le deiezioni canine, identificati dalla Polizia Locale

Rispondendo a un’esigenza di presidio del territorio prevista dall’Amministrazione Comunale, e registrando numerose segnalazioni e lamentele da parte dei cittadini per la presenza su piazze e marciapiedi di deiezioni canine, nei giorni scorsi la Polizia Locale ha effettuato una serie di controlli in alcune strade e piazze, ma anche nelle aree verdi utilizzate solitamente da proprietari di cani per permettere agli amici a quattro zampe momenti di “svago”.

Nel corso di questa attività di controllo, è stata concentrata l’attenzione in particolare sulla verifica dell’osservanza delle disposizioni del vigente regolamento di Polizia Urbana, e soprattutto delle norme igienico-sanitarie che disciplinano le modalità di detenzione e conduzione dei cani sulle aree ad uso pubblico.

A bilancio di questa attività, i numeri parlano chiaro: sono stati identificati 24 soggetti ed accertate ben 11 violazioni, consistenti nella mancata iscrizione all’anagrafe canina o nella mancata applicazione del microchip previsto per legge, nonché nella mancata dotazione di strumenti idonei per la raccolta delle deiezioni.

In ordine a tale ambito operativo “la soglia di attenzione della Polizia Locale sarà mantenuta costante – sottolinea il Sindaco, Massimo Mazzilli – trattandosi di problematiche che interessano non solo il decoro e la pulizia degli spazi pubblici ma anche la responsabilizzazione dei detentori di cani. Il mantenimento del decoro e dell’igiene della Citta spetta a tutti, nessuno escluso, attraverso il rispetto delle regole, a partire da quelle basilari del vivere e con-vivere civile.

Purtroppo è però frequente osservare cani che vengono condotti nelle strade e piazze cittadine per i loro bisogni, ma rarissimo imbattersi in proprietari che raccolgono gli escrementi, per questo proseguiremo nelle azioni di controllo. 

Nel tempo abbiamo installato diversi contenitori stradali per lo smaltimento delle deiezioni canine, e abbiamo provveduto alla messa a regime dell’area sgambamento cani presso la Villa Comunale; nei mesi scorsi abbiamo anche voluto accogliere delle proposte e sperimentare, per esempio, la Watercan in piazza Almirante, così come prevediamo di realizzare altre toilettes per cani in altre piazze, ma è bene che le regole vengano rispettate ovunque, come se si fosse in casa propria”.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami