Non dà rètte a suonne, la nuova farsa di Mimmo Mazzilli

La fervida fantasia del nostro conterraneo Mimmo Mazzilli, ha prodotto e diretto un’altra opera teatrale di forte gradimento, allestita nel Salone don Antonio Piano della Chiesa del Sacro Cuore

dalla Compagnia Teatrale Arca il 14 e 15 maggio. Operazione riuscita grazie all’impegno degli attori Aldo Ventura, Anna Carlucci, Valerio Quercia, Franco Tarricone, Rosita Tedone, Aldo Capogna, Pino Leo, Mariella Mastromauro e Isara Roselli, che sono riusciti a divertire il numeroso pubblico accorso in sala. Più che una commedia, si tratta di una farsa in vernacolo in tre atti, sulla scia della grande tradizione napoletana dei fratelli Eduardo e Peppino De Filippo e di Totò, basata su giochi di parole, dialoghi concitati, battute ad effetto. La trama è tutta costruita su una serie di equivoci spassosi mentre il tema è serio: si indaga sulle conseguenze di una improvvisa ricchezza nell’animo delle persone, che possono diventare vittime di truffatori e opportunisti di ogni genere e illudersi di cambiare d’un tratto la propria vita. La morale: tenere sempre i piedi per terra e lasciar perdere i sogni di grandezza.

Su LO STRADONE di Giugno la circostanziata recensione a cura del prof. Domenico Fino

{igallery id=”5320″ cid=”34″ pid=”1″ type=”classic” children=”1″ showmenu=”1″ tags=”” limit=”26″}


Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami