NMC, grinta e carattere non bastano

Visi increduli, rabbia e amarezza alla fine di un match che ha visto vincere l'Aurora Brindisi di un solo punto sulla Nuova Matteotti Corato

NMC Corato
Nuova Matteotti Corato

Visi increduli, canotte di gioco sudate per l’impegno messo in campo, rabbia e amarezza per la NMC. È solo una breve descrizione di quello che è stato il finale del match di lunedì sera, che ha visto l’Aurora Brindisi uscirsene vittoriosa per un solo punto (sarà 77-78 il risultato finale) sui coetanei della Nuova Matteotti Corato.

Che fosse una gara ostica lo si sapeva, tutti erano consapevoli della forza avversaria ma non, di certo, che avrebbe intimorito i padroni di casa.

Si comincia a gonfie vele, con il solito starting five che prova a fare male sin dal primo minuto di gioco, con Carnicella, Gatta, Marcone e Mascoli che attaccano come meglio possono e un buon Zlatckov che domina in fase difensiva.

Brindisi, però, non si spaventa e reagisce con i suoi pezzi da 90, con Fiusco leadership (14-22 si conclude il primo quarto).

Botta e risposta da entrambe le parti, fino ad arrivare al 2 periodo di gioco, che ha visto Marcone e Gatta perforare ripetutamente da 3 il canestro avversario e un Mascoli aggressivo su ogni palla, tanto da mandare in tilt gli ospiti e costringerli a chiamare time out a 3′ dalla fine, con il risultato fermo sul 34-33.

Servirà il break lungo per dare ossigeno a mente e corpo, con la voglia di tornare in campo e mantenere lo stesso obiettivo, magari con più determinazione.

A conferma di questo, il team di coach Gatta non si lascia intimorire facilmente e regala diverse palle recuperate che costeranno caro alla squadra avversaria.

Zlatckov e Carnicella avranno necessità di prendere posto in panca per riposare qualche minuto, e a sostituirli saranno Pasculli e Di Tommaso, fino alla fine del quarto (62-58).
Ci si gioca il tutto per tutto e il risultato, in partite come queste, non deve illudere.

Sarà infatti un black out coratino negli ultimi 3′ dell’ultimo quarto a regalare a Brindisi la vittoria in terra ospite, con il tabellone che segnerà il risultato di 77-78. Partita emozionante ed avvincente fino all’ultimo secondo, di alto livello, due squadre che hanno evidenziato le loro qualità e Corato che ha poco da rimpiangere. Peccato per le assenze di Scaringella (influenzato) e per il nuovo acquisto argentino Perazzo ancora non in regola per il tesseramento.

Tanto impegno, tanta voglia di fare bene, ma, tipico di questo sport, un lieve calo finale è costato caro al team di casa.

Ma la squadra coratina ha ben poco da recriminare, un risultato che non deve mettere in cattiva luce l’ottima prestazione dei bianco-blu.

Già da lunedì prossimo, in terra campana contro la Sidigas Avellino, ci sarà la possibilità di poter riemergere e portare a casa 2 punti su un parquet, però, altrettanto difficile e siamo sicuri che sarà una partita altrettanto avvincente e coinvolgente.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz