NMC, arriva la prima vittoria in C femminile

Applausi anche per l’U18 che intasca il suo 4° successo di fila

NMC, C femminile: ottima prestazione ma Monopoli ha la meglio
NMC, C femminile: ottima prestazione ma Monopoli ha la meglio

Le squadre della NMC stanno mostrando carattere. È questo il primo dato da registrare in casa Matteotti dove, nonostante le difficoltà legate all’indisponibilità del Palazzetto dello Sport di Corato, e tutti i disagi che ne conseguono, i risultati positivi non mancano, e arrivano da tutti i campi, riempiendo d’orgoglio e soddisfazioni la società.

Più si acuiscono le difficoltà e più i ragazzi e le ragazze della Nuova Matteotti Corato ci mettono cuore, si impegnano e riescono ad ottenere quei successi che danno morale perché guadagnati, fra gli altri, su campi tra i più difficili.

Dopo la serie D maschile, è il caso della serie C femminile che, nella sua seconda giornata di campionato, ha portato a casa la vittoria contro il San Vito, con un totale di 67-33.

Le coratine sono state protagoniste su un campo davvero ostico, dal punto di vista tecnico e strutturale.

L’unico punto a sfavore per coach Fabrizio è stato il numero ridotto delle sue giocatrici iscritte a referto, con Annoscia e Montaruli indisponibili, portando a nove il numero del roster.

Nonostante San Vito abbia approfittato di questo deficit in taluni momenti del match, credendoci fino in fondo, ciò non ha compromesso la gara per la NMC, mostratasi diversa rispetto all’esordio, a partire dalla grinta che ha sfoderato in campo.

Grinta, tuttavia, ostentata anche dalle avversarie: a farne le spese la giocatrice Simona Gatta, vittima di un infortunio al labbro, che l’ha costretta a lasciare il campo per sottoporsi a un piccolo ma urgente intervento chirurgico. A lei vanno gli auguri di pronta guarigione da tutta la società.

Tornando alla gara, buona per le coratine sia l’impostazione in attacco, con un giro palla rapido e preciso, sia la difesa, che questa volta non ha deluso affatto, con una buona capacità nel saper tenere l’avversario, contenendo tutte le possibili penetrazioni e i presunti tiri dai 6.75.

«Rotazioni corte mi hanno costretto a scelte forzate contro una squadra che ha variato molto in difesa passando da zona ad uomo spesso. San Vito, a tratti, ci ha dato filo da torcere ma siamo stati bravi ad avere pazienza in attacco cercando sempre la soluzione migliore e la compagna piazzata meglio. In difesa molto bene, ho visto sacrificio e aiuti difensivi che ci hanno permesso contropiede e punti facili da palle recuperate» così coach Fabrizio nel post-partita, entusiasta di quanto fatto in campo dalle sue ragazze.

Nonostante sul futuro non ci sia nulla di certo – non avendo la Nuova Matteotti informazioni e aggiornamenti sulle condizioni di apertura e chiusura del PalaLosito, decisive per il prosieguo del campionato – si respira aria positiva dopo una vittoria stimolante per l’intero team. Palazzetto dello Sport permettendo, il prossimo ospite si chiama ‘Tre Erre Brindisi’, e la gara sarebbe prevista per sabato 17 novembre alle ore 18.30.

Tante soddisfazioni arrivano anche dall’U18 femminile che, ieri sera, ha guadagnato la sua 4° vittoria di fila, per 56-35, contro le pari età del San Severo.

Dopo un inizio di campionato brillante, foriero di 6 punti tra le gare disputate in casa e in trasferta, senza perderne nemmeno una, quello di ieri è stato un banco di prova, considerata pure l’assenza sotto le plance di Colamartino (infortunatasi alla caviglia) e Gatta, impegnata anche nell’U18 oltre che in serie C.

Inizio scoppiettante con un San Severo che arriva al Palalosito affamato di punti e voglioso di fare bene, su un parquet di tutto rispetto. Botta e risposta per il primo periodo di gioco, dove le padrone di casa risentono delle due lunghe e hanno difficoltà nell’impostare bene la fase offensiva. Le avversarie, in difesa, giocano a uomo ma ricorrono subito dopo alla zona, rifugio che le porterà a non deragliare completamente. Alla fine dell’intervallo lungo il punteggio è fermo sul 28-20.

“Ingranare la marcia giusta e annientare il San Severo “, questo il must imposto durante la partita da coach Fabrizio, desideroso di non deludere il proprio pubblico e di agguantare altri due punti che di sicuro avrebbero fatto bene in casa NMC.

Due quarti in cui il comando sarà rispettato a pieno dalle ragazze: giro palla veloce ma preciso, zone-press fino a far perdere palla, grinta immancabile. Tutti questi diventano gli ingredienti fondamentali per uscire dal match a testa alta, con un ennesimo applauso che ormai diventa la ‘colonna sonora’ da inizio campionato. Il tabellone segna il risultato finale: 56-35.

Nella speranza che la squadra possa recuperare le due infortunate, giovedì 22 novembre si giocherà sul campo del Taranto. Arrivare a cinque successi di fila sarebbe il desiderio di tutta la famiglia NMC. Dunque, parola al campo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami