Nasce “DiDomenica H_19”, uno spazio sull’arte contemporanea

Da un’idea dell’architetto Esther Tattoli e del curatore d’arte Alexander Larrarte, arriva un progetto che volge ad indagare i diversi aspetti della cultura, tra tradizione e contemporaneità, e i meccanismi di ricaduta sul territorio

Nasce “DiDomenica H_19”, uno spazio sull’arte contemporanea
Nasce “DiDomenica H_19”, uno spazio sull’arte contemporanea

Da un’idea dell’architetto Esther Tattoli e del curatore d’arte Alexander Larrarte, arriva un progetto che volge ad indagare i diversi aspetti della cultura, tra tradizione e contemporaneità, e i meccanismi di ricaduta sul territorio. Nasce così DiDomenica H_19, un format concepito come uno spazio di riflessione sull’arte contemporanea che fa da fil rouge tra filosofia, letteratura e religione e che crea di volta in volta una piattaforma di dialogo liberamente aperta al pubblico.

Quattro appuntamenti itineranti, di domenica alle ore 19.00, in cui dialoghi e conversazioni informali si trasformano in laboratorio di analisi e ricerca attiva e dinamica, capace di precorrere gli scenari futuri e orientare le coscienze ad investire nella cultura come risorsa primaria per la crescita del territorio.

In Puglia il settore culturale è in forte aumento: la sfida è quella di orientare le coscienze verso una consapevolezza crescente delle potenzialità legate ad attività culturali quali festival o rassegne artistiche, nell’ottica della valorizzazione di antiche tradizioni e nuove ricerche; ma perché tali interventi diventino strutturanti di una reale crescita del territorio, è necessario mettere in campo precise politiche di marketing territoriale da parte di Istituzioni pubbliche e private.

L’obiettivo è, dunque, comprendere i meccanismi di tale crescita, incontrarsi per stimolare riflessioni, e aprire un dibattito attraverso la presenza attiva e la testimonianza di alcune personalità altamente qualificate nel mondo dell’arte e della cultura pugliese e nazionale, con esperienze anche internazionali, che sono riusciti a dare vita all’arte e al mondo culturale di un territorio, ed alla sua crescita civile e morale.

Gli appuntamenti, promossi da Rotary Club Corato, Fidapa BPW Italy – Sezione di Corato e CoArt Gallery, con il patrocinio del Comune di Corato e dell’Ordine degli Architetti di Bari, saranno coordinati e condotti da Isabella Battista, giornalista e curatrice d’arte, vincitrice del premio curatori under 35 di Setup Contemporary Art Fair (Bologna).

L’accoglienza dei partecipanti sarà curata degli alunni dell’Istituto d’Istruzione Superiore “A.Oriani – L.Tandoi” di Corato, cui saranno riconosciuti crediti formativi.

Gli appuntamenti:

17/03/2019 _ Sede: Rotary Club Corato, Largo San Benedetto n. 5

Titolo: Sostenibilità, cultura e rigenerazione urbana

Giusy Caroppo ed Esther Tattoli presentano il valore e l’attuazione dei progetti culturali per una nuova visione di rigenerazione urbana

24/03/2019 _ Sede: Museo della Città e del Territorio di Corato, via Trilussa n. 10

Titolo: Festival come valore del territorio

Valentina Iacovelli presenta il Festival ConTempo, con l’artista Iginio Iurilli, il musicista Nicola Conte, e con la partecipazione del regista Paolo Strippoli

31/03/2019 _ Sede: Agorà Liceo Classico “A.Oriani”, via Santa Faustina Kowalska n.1

Titolo: Kunstschau

Lucia Flora Reho presenta Kunstschau

7/04/2019 _ Sede: Studio Tattoli, via Altrelli n.2 (piazza Di Vagno)

Titolo: Uno spazio espositivo per la promozione e diffusione dell’arte contemporanea

Gigi Rigliaco presenta la Gigi Rigliaco Gallery e l’artista Dario Agrimi

Il primo appuntamento sarà dedicato a “Sostenibilità, cultura e rigenerazione urbana”, a cura di Giusy Caroppo ed Esther Tattoli.

Gli appuntamenti si svolgeranno a partire dalle ore 18:30

 

 

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami