N.I.C.A. vola “In compagnia del sorriso” – Le foto

La Pro Loco Quadratum di Corato devolve la somma di euro 200,00 all'associazione di clown dottori andriese

N.I.C.A. vola

Nella Sala Verde del Comune di Corato, ieri sera la Pro Loco Quadratum ha devoluto la somma di euro 200,00, raccolta col progetto N.I.C.A., all’associazione di clown dottori andriese “In compagnia del sorriso”, mantenendo fede alla promessa per cui l’iniziativa è nata.

«La Pro Loco – spiega il presidente Gerardo Giuseppe Strippoli – non si occupa solo di promuovere il turismo e la cultura, ma ha pure l’importante funzione sociale di sensibilizzare i cittadini su iniziative con scopo benefico (vedi la raccolta fondi in favore dei terremotati d’Abruzzo) e collaborare con altre realtà del territorio. Il progetto N.I.C.A. nasce nel 2018 in seguito alla prematura scomparsa di una cara amica che ha lasciato tracce da seguire e condividere.

Dal suo nome l’acronimo “Noi Insieme Costruiamo Amore”. Stasera quanto raccolto viene parzialmente devoluto all’associazione di clown dottori “In compagnia del sorriso Onlus – Andria”. Un gesto che si è potuto compiere grazie alla sensibilità degli scolari della 4^ C della scuola Cifarelli di Corato, e a quella di Carlos Modugno, il cantante che ha partecipato alla scorsa edizione del concorso canoro “Nota d’Oro” che si è aggiudicato il premio della Critica istituito dalla Pro Loco vincendo una borsa di studio in danaro, consegnata nelle mie mani nel chiostro comunale il 25 novembre scorso, durante la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne».

Domenico Paganelli, referente del progetto N.I.C.A., spiega l’esordio del percorso di solidarietà, avvenuto il 31 luglio 2018 (giorno in cui la compianta Nica avrebbe celebrato il suo compleanno) con uno spettacolo teatrale tenuto a Palazzo Gioia: «Nica continua a dare amore attraverso le nostre braccia e lo fa iniziando con il sorriso: attraverso i clown dottori presenti stasera regalerà un sorriso a chi ne ha bisogno».

Il dott. Dino Leonetti, nella veste di medico di famiglia e oncologo, ma anche dottore clownterapeuta esprime tutta la sua soddisfazione per la scelta ricaduta sulla sua associazione, nata 6 anni fa ad Andria, composta da 23 volontari, iscritta alla Federazione Italiana Clown Dottori ed operante in molti reparti oncologici pediatrici e per adulti del territorio: «Avremmo voluto conoscere Nica, sicuramente donna ricca di valori, straordinariamente generosa. Lo percepisco dalla vostra presenza, dall’emozione che pervade questa platea e che ci avete trasmesso con le vostre parole. Diventare clow terapeuta è frutto di un percorso selettivo e molto duro, non fidatevi di chi segue lezioni per poche ore. Il nostro approccio con gli ammalati è di grande rispetto per la sofferenza. Perchè ridere è una cosa seria».

Dopo aver proiettato due videoclip sull’attività svolta, di cui uno registrato nell’Ospedale di Bisceglie, il dott. Leonetti ci tiene a presentare e sottolineare che, a far parte dell’èquipe presente oggi in Sala Verde (Angela, Francesca, Patrizia, Stefano, Annamaria e Giovanna) anche una coratina, Valentina: «Un seme che potrebbe essere da lei raccolto per dare vita ad un gruppo locale di clown terapeuti».

Consegnati gli attestati ai piccoli rappresentanti della 4^ C, al giovane artista Carlos Modugno e alla figlia di Nica ed una targa ricordo al presidente Pro Loco Paganelli così conclude: «Questo è solo il primo passo. Tante altre idee ci frullano in testa. Ci rivedremo a breve».

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami