Modificate le modalità di accesso alle misure di sostegno economico per le famiglie

La Regione Puglia, con Delibera di Giunta n. 1283/2015, ha integrato le modalità operative, già stabilite dalla precedente Delibera di Giunta n. 2685/2014, per l’accesso di famiglie con più di tre figli a carico o con figli disabili (come individuati dall’articolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 – Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate) alle misure di sostegno economico previste dal comma 3 dell’art. 5 della legge regionale di bilancio 2014, la n. 45 del 30 dicembre 2013.

Le famiglie interessate sono quelle che non possono fruire, per il livello di reddito, delle detrazioni all’addizionale regionale all’IRPEF per carichi di famiglia, previste dalla stessa legge regionale di bilancio 2014.

In pratica, a titolo sperimentale e per il periodo di imposta 2014, le detrazioni previste dal Decreto del Presidente della Repubblica 917/1986 sono maggiorate, nell’ambito dell’addizionale regionale all’IRPEF e secondo quanto previsto dal Decreto Legislativo 68/2011, dei seguenti importi:

  • 20 euro per i contribuenti con più di tre figli a carico e per ciascun figlio, a partire dal primo, compresi i figli naturali riconosciuti, i figli adottivi o affidati;
  • 375 euro in più alla detrazione spettante ai sensi della lettera a) per ogni figlio con diversa abilità ai sensi dell’articolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 – Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate.

Le detrazioni per i familiari a carico 2015, coniuge, figli o gli altri familiari, spettano se nel 2014 tali familiari hanno posseduto, singolarmente, un reddito complessivo pari o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Il familiare, pertanto, per essere considerato a carico non deve aver superato tale limite di reddito.

Il nuovo indirizzo operativo deliberato dall’Atto di Giunta n. 1283/2015, così come stabilito dalla legge regionale di bilancio 2014, la n. 45/2013, in ossequio all’articolo 6, comma 5, del Decreto Legislativo 68/2011, prevede che il cittadino che ne abbia diritto, per poter usufruire delle misure di sostegno economico indicate dall’articolo 12, comma 1, lettera c), del Decreto del Presidente della Repubblica 917/1986, deve presentare apposita istanza al Comune di residenza, entro il 31 dicembre 2015, utilizzando il modello allegato alla Delibera di Giunta (clicca qui per scaricarlo).

Oltre che per maggiori informazioni e delucidazioni, assistenza alla compilazione della apposita istanza, da presentare al Comune di residenza per poter usufruire delle misure di sostegno economico indicate, potrebbe essere offerta dalle locali Associazioni di riferimento: l’associazione di promozione sociale Terra & Cuore (terraecuore@libero.it – 324.6148975) e l’associazione di volontariato CGDA ONLUS (associazionecgda@gmail.com – 380.3615894) hanno già assicurato l’assoluta disponibilità.

Vincenzo Biancolillo

mail to: notiziesocialmenteutili@email.it

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz