Michele Macchia, dalla stampa inglese alla Biennale di Venezia

L’artista coratino su varie riviste del noto gruppo editoriale Condé Nast Publications e invitato alla 58^ Biennale di Venezia

artista di Corato Michele Macchia
L'artista coratino Michele Macchia

Noto a livello internazionale per la sua espressiva e unica arte, l’artista coratino Michele Macchia ha appena chiuso i battenti della sua mostra personale “Visioni dal Futuro”, tenutasi dal 1 al 27 ottobre presso il Palazzo delle Arti Beltrani di Trani, e si prepara ad altri impegni artistici di tutto prestigio.

Già a partire dal mese di ottobre, infatti, Michele Macchia ha avviato una ambiziosa collaborazione con l’autorevole gruppo editoriale Condé Nast Publications, che pubblica alcune fra le riviste più note dell’editoria americana e mondiale, tra cui Vogue, Vanity Fair, GQ e The New Yorker.

In particolar modo per la sua sede inglese di Londra, la casa editrice statunitense, ma con sedi anche in Europa e in Italia, a Milano, dedicherà uno spazio alle opere e all’arte di Michele Macchia su ben tre uscite – ottobre, novembre e dicembre (mese di pubblicazione nel Regno Unito, solitamente il mese successivo in Italia) –  della rivista “The World of Interiors”, l’autorevole e sontuoso mensile, fra i principali titoli di design e decorazione al mondo.

Anche la rivista che mette in mostra il meglio del design e della decorazione internazionale da tutto il mondo “House & Garden” riserverà uno spazio a Macchia sul numero di novembre, pubblicazione che sarà disponibile in formato cartaceo e digitale. A fare onore alle opere dal messaggio socio-culturale fortemente connotato dal colore intenso dell’artista, anche le pagine patinate di “Vogue”, una delle più prestigiose e autorevoli riviste del mondo della moda, e “Vanity Fair”, rivista dai vari contenuti, pubblicata anche in versione digitale e che offre anche un servizio di informazione quotidiano.

Dal 13 al 19 novembre e dal 23 al 29 novembre 2019, l’allestimento del Padiglione Europa, presso il Palazzo Albrizzi Capello, che ospita attualmente i tre padiglioni della 58^ Biennale di Venezia di Guatemala, Grenada e Repubblica Dominicana, renderà possibile ammirare l’espressione artistica di Michele Macchia. Il nostro concittadino sarà infatti uno dei venti artisti internazionali, considerati i migliori talenti del panorama contemporaneo europeo, a prender parte alla mostra d’arte organizzata dalla società Start.

Una ristretta selezione di opere tra quadri, sculture, fotografie e installazioni, e autori, quindi, per presentare le nuove tendenze del mercato internazionale attraverso un crocevia di condivisioni e scambi artistico-culturali.

Fra queste, anche due tele di Macchia che, utilizzando varie tecniche artistiche, prediligendo l’acrilico, la sovrapposizione e il collage e tendendo alla sperimentazione, attribuisce ai suoi colori brillanti, armonici il compito di descrivere la realtà e raccontare la sua anima meridionale che inneggia alla vita.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami